Lion Mane funghi, noto anche come Hou Tou Gu o Yamabushitake , sono funghi grandi, bianchi e pelosi che assomigliano alla criniera di un leone mentre crescono. Hanno culinario e dottori in paesi asiatici come la Cina, l’India, il Giappone e la Corea. I funghi della criniera del Lion possono essere goduti crudi, cotti, asciutti o ingombranti nella forma del tè. Molti descrivono il loro sapore come «simile a quello dei frutti di mare», spesso confrontandolo con quello del granchio o dell’aragosta. I funghi della criniera del Lion contengono sostanze bioattive che hanno effetti benefici per il corpo, specialmente per il cervello, il cuore e l’intestino. Ecco 9 benefici per la salute dei funghi di Leon Melena e dei suoi estratti.

1. Potrei proteggere contro la demenza

La capacità del cervello di crescere e formare nuove connessioni tende a diminuire con l’età, che potrebbe spiegare perché il funzionamento mentale peggiora in molti anziani. Gli studi hanno scoperto che i funghi del leone mane contengono due composti speciali che possono stimolare la crescita delle cellule cerebrali: Erichenes ed Erinacins. Inoltre, gli studi sugli animali hanno scoperto che la criniera di Leon può aiutare a proteggere dalla malattia di Alzheimer, una malattia cerebrale degenerativa che provoca una perdita progressiva della memoria. Infatti, il fungo della criniera del leone e i suoi estratti hanno dimostrato che riducono i sintomi della perdita di memoria nei topi, nonché prevengono danni neuronali causati da piastre beta amiloidi, che si accumulano nel cervello durante la malattia di Alzheimer. Sebbene nessun studio abbia analizzato se il fungo del leone è vantaggioso per la malattia di Alzheimer nell’uomo, sembra stimolare il funzionamento mentale. Uno studio negli adulti più anziani con un leggero danno cognitivo ha rilevato che consumare 3 grammi di polvere di funghi del leone quotidianamente per quattro mesi migliorando significativamente il funzionamento mentale, ma questi benefici sono scomparsi quando la complementazione si è fermata. La capacità del fungo della criniera del leone di promuovere la crescita dei nervi e proteggere il cervello dal danno relativo all’Alzheimer potrebbe spiegare alcuni dei suoi effetti benefici sulla salute del cervello. Tuttavia, è importante notare che la maggior parte della ricerca è stata condotta in animali o provette, quindi sono necessari più studi negli esseri umani.

Summary: Leon Crin funghi contengono composti che stimolano la crescita delle cellule cerebrali e proteggono dal danno causato dalla malattia di Alzheimer, quindi più ricerche nell’uomo

2. Aiuta ad alleviare i sintomi delicati della depressione e dell’ansia

fino a Un terzo delle persone che vivono nei paesi sviluppati sperimentano sintomi di ansia e depressione, sebbene ci siano molte cause di ansia e depressione, l’infiammazione cronica potrebbe essere un fattore importante che contribuisce. Le nuove indagini negli animali hanno scoperto che l’estratto di criniera di Leon ha effetti antinfiammatori che possono ridurre i sintomi dell’ansia e della depressione nei topi. Altri studi negli animali hanno scoperto che l’estratto di criniera del leone può anche aiutare a rigenerare le cellule cerebrali e migliorare il funzionamento dell’ippocampo, una regione del cervello responsabile della trasformazione dei ricordi e delle risposte emotive. «,» I ricercatori ritengono che un migliore ippocampo funzionante potrebbe spiegare la riduzione dei comportamenti ansiosi e depressivi nei topi che ricevono questi estratti. Sebbene questi studi negli animali siano promettenti, c’è pochissima ricerca negli esseri umani. Un piccolo studio nelle donne menopausali ha scoperto che mangiare i biscotti contenenti funghi di leone di criniera quotidianamente per un mese hanno contribuito a ridurre i sentimenti di irritazione e ansia auto-riferiti.

Summary: Studi suggeriscono che i funghi melete del leone possono aiutare ad alleviare sintomi lievi di ansia e depressione, ma è necessaria più ricerca umana per comprendere meglio la correlazione.

3. Può accelerare il recupero delle lesioni del sistema nervoso

Il sistema nervoso è costituito dal cervello, dal midollo spinale e da altri nervi che viaggiano in tutto il corpo. Questi componenti lavorano insieme per inviare e trasmettere segnali che controllano quasi tutte le funzioni del corpo. Le ferite cerebrali o le ferite del midollo spinale possono essere devastanti. Spesso causano paralisi o perdita di funzioni mentali e potrebbero richiedere molto tempo per guarire. Tuttavia, le indagini hanno scoperto che l’estratto della criniera di Leon può aiutare ad accelerare il recupero di questo tipo di lesione stimolando la crescita e la riparazione delle cellule nervose. In effetti, l’estratto di criniera del leone ha dimostrato che riduce il tempo di recupero del 23-41% se somministrato a ratti con lesioni del sistema nervoso. L’estratto di criniera del leone potrebbe anche aiutare a ridurre la gravità del danno cerebrale dopo l’ictus. In uno studio, elevate dosi dell’estratto di leone di leone somministrato a ratti subito dopo che un ictus ha contribuito a ridurre l’infiammazione e ridurre le dimensioni della lesione cerebrale correlata al tratto del 44%. Sebbene questi risultati siano promettenti, non sono stati effettuati studi negli esseri umani per determinare se la criniera di Leon avrebbe avuto lo stesso effetto terapeutico sulle ferite del sistema nervoso.

Summary: Studi nei ratti hanno scoperto che l’estratto di criniera di Leon può accelerare il tempo di recupero delle ferite del sistema nervoso, ma non vi è alcuna ricerca nell’uomo

4. Protegge da ulcere dalla tratta digestiva

Le ulcere sono in grado di formare ovunque Lungo il tratto digestivo, compreso lo stomaco, l’intestino tenue e l’intestino crasso. Le ulcere allo stomaco sono solitamente causate da due fattori principali: la crescita eccessiva di un batterio chiamato H. Pylori e il danno allo strato mucoso dello stomaco spesso dovuto all’uso a lungo termine di farmaci antinfiammatori non steroidei ( DSAID). L’estratto di criniera di Leon può proteggere contro lo sviluppo di ulcere allo stomaco inibendo la crescita di H. Pylori e proteggendo il rivestimento dello stomaco del danno. Diversi studi hanno scoperto che l’estratto di criniera di Leon può impedire la crescita di H. Pylori in una provetta, ma nessun studio ha testato se hanno gli stessi effetti all’interno dello stomaco. Inoltre, uno studio negli animali ha rilevato che l’estratto di criniera del leone era più efficace nel prevenire le ulcere allo stomaco indotte dall’alcol rispetto ai farmaci tradizionali che riducono acidi – e senza effetti collaterali negativi. L’estratto di criniera del leone può anche ridurre l’infiammazione e prevenire danni ai tessuti in altri settori dell’intestino. «,» Uno studio nelle persone con colite ulcerosa riscontrata a prendere un supplemento fungine contenente il 14% di estratti della criniera del Lion ha ridotto significativamente i sintomi e migliorato il Qualità della vita Dopo tre settimane, tuttavia, quando lo stesso studio è stato ripetuto nei pazienti con malattia di Crohn, i benefici non erano migliori di un placebo. È importante notare che l’integratore a base di erbe utilizzato in questi studi includeva diversi tipi di funghi, quindi è difficile ottenere alcuna conclusione sugli effetti della criniera del leone in particolare. In generale, la ricerca suggerisce che l’estratto di criniera di Leon può aiutare a inibire lo sviluppo delle ulcere, ma è necessaria più ricerche negli esseri umani.

Summary: L’estratto di criniera del leone è stato dimostrato di proteggere contro lo stomaco e le ulcere intestinali nei roditori, ma la ricerca umana è stata conflittante.

5. Riduce il rischio di malattia cardiaca

I principali fattori di rischio per le malattie cardiache comprendono obesità, trigliceridi elevati, grandi quantità di colesterolo ossidato e una maggiore tendenza alla formazione di coaguli di sangue. La ricerca mostra che l’estratto di criniera di Leon può influenzare alcuni di questi fattori e ridurre il rischio di malattie cardiache. Gli studi in topi e topi hanno scoperto che l’estratto di criniera del Lion migliora il metabolismo dei grassi e riduce i livelli di trigliceridi. Uno studio nei ratti alimentato con una dieta elevata in grassi e coloro che hanno dato dosi quotidiani dell’estratto di criniera di Leon hanno osservato il 27% in meno livelli di trigliceridi e il 42% in meno di guadagno di peso dopo 28 giorni dal momento che entrambe le obesità come trigliceridi elevati sono considerati fattori di rischio per le malattie cardiache , questo è uno dei modi in cui i funghi meleti di Leon contribuiscono alla salute del cuore. Gli studi Porset hanno anche scoperto che l’estratto di criniera di Leon può aiutare a prevenire l’ossidazione del colesterolo nel flusso sanguigno. Le molecole di colesterolo arrugginite tendono ad aderire alle pareti delle arterie, causando il rischio di attacco cardiaco e ictus per essere induriti e in aumento. Inoltre, i funghi Lion Mane contengono un composto chiamato Hericona B, che può ridurre il tasso di coagulazione del sangue e ridurre il rischio di infarto o ictus. I funghi della criniera di Leon sembrano a beneficio del cuore e dei vasi sanguigni in più modi, ma sono necessari studi negli esseri umani per supportarlo.

Summary: Studi in animali e provette Suggerisci che l’estratto di criniera di Leon può ridurre il rischio di malattie cardiache in diversi modi, ma gli studi sono necessari nell’uomo per confermare questi risultati.

6. Aiuto Gestisci i sintomi del diabete

Il diabete è una malattia che si verifica quando il corpo perde la capacità di controllare i livelli di zucchero nel sangue. Di conseguenza, i livelli sono costantemente elevati. I livelli cronicamente elevati di zucchero nel sangue causano alla fine complicazioni come malattie renali, danni ai nervi nelle mani e nei piedi e sulla perdita della visione. La criniera del Lion può essere utile per il controllo del diabete migliorando il controllo della glicemia e riducendo alcuni di questi effetti collaterali. Diversi studi negli animali hanno dimostrato che la criniera del leone può causare livelli di zucchero nel sangue significativamente più bassi sia nei topi normali che nel diabetico, anche nelle dosi giornaliere a partire da 2,7 mg per libbra (6 mg per kg) del peso corporeo. Un modo in cui la criniera del leone riduce la glicemia che blocca l’attività dell’enzima alfa-glucosidasi, che rompe i carboidrati nell’intestino tenue. Quando questo enzima è bloccato, il corpo non è in grado di digerire e assorbire i carboidrati così efficacemente, con conseguente livelli inferiori di zucchero nel sangue. Oltre ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue, l’estratto della criniera del leone può ridurre il dolore dei nervi delle mani e dei piedi dei diabetici. Nei topi con danni al nervosismo diabetici, sei settimane di estratto di leone del fungo al giorno riduzione del dolore, i livelli di zucchero nel sangue sono caduti e persino aumentato livelli antiossidanti. Il leone CRENS FUNGUS mostra il potenziale come integratore terapeutico per il diabete, ma è necessaria più ricerche per determinare esattamente come potrebbe essere usato nell’uomo.

Summary: Il fungo Leon Crin può aiutare a ridurre la glicemia e ridurre il dolore dei nervi diabetici nei topi, ma sono necessari più studi per determinare se potrebbe essere una buona opzione terapeutica nell’uomo

7. Il cancro si verifica quando il DNA è danneggiato e Fa sì che le cellule siano divise e replicate fuori controllo

Alcune ricerche suggeriscono che il fungo del leone ha competenze per combattere il cancro, grazie a molti dei suoi composti unici. Infatti, quando l’estratto di leone di criniera è miscelato con cellule cancerogeniche umane in un test Tube, causano morire le cellule cancerogene a una velocità più veloce, come mostrato con diversi tipi di cellule tumorali, comprese le cellule tumorali di fegato, colon, stomaco e sangue. Tuttavia, almeno uno studio non è stato in grado di replicare questi risultati, quindi sono necessari più studi. Oltre a uccidere le cellule tumorali, l’estratto di criniera del leone ha anche dimostrato che riduce la diffusione del cancro. Uno studio nei topi con il cancro del colon ha rilevato che l’estratto di criniera di Leon ha ridotto la propagazione del cancro ai polmoni del 69%. Un altro studio ha rilevato che l’estratto di criniera di Leon era più efficace dei tradizionali drogati del cancro per ridurre la crescita del tumore nei topi, oltre a avere meno effetti collaterali. Tuttavia, gli effetti antitumorali del fungo di Leone Melena non sono mai stati testati negli esseri umani, quindi è necessaria più ricerche.

Summary: Studi negli animali e nei tubi di prova mostrano che l’estratto di criniera di Leon può uccidere le cellule tumorali e fermare la diffusione dei tumori, ma gli studi sono ancora necessari negli esseri umani.

8. Riduce l’infiammazione e lo stress ossidativo

Si ritiene che l’infiammazione cronica e lo stress ossidativo siano alla radice di molte malattie moderne, tra cui malattie cardiache, cancro e disturbi autoimmuni. La ricerca mostra che i funghi di Mane di Leon contengono potenti composti anti-infiammatori e antiossidanti che possono aiutare a ridurre l’impatto di queste malattie. Infatti, uno studio che ha esaminato le capacità antiossidanti di 14 diverse specie di funghi ha rilevato che la criniera del leone ha avuto la quarta attività antiossidante più alta e ha raccomandato che una buona fonte dietetica di antiossidanti sia considerata. Diversi studi sugli animali hanno scoperto che l’estratto di criniera di Leon ha ridotto i marcatori di infiammazione e stress ossidativo nei roditori e può essere particolarmente utile nella gestione della malattia intestinale infiammatoria, del danno e delicato del fegato. I funghi di Melena di Lion possono anche aiutare a ridurre alcuni dei rischi per la salute associati all’obesità, poiché hanno dimostrato di diminuire la quantità di infiammazione rilasciata dal tessuto adiposo. Sono necessari ulteriori studi per determinare i potenziali benefici per la salute negli esseri umani, ma i risultati di studi di laboratorio e animali sono promettenti.

Summary: Il fungo Leon Crin contiene potenti composti antiossidanti e anti-infiammatori che possono aiutare a ridurre l’impatto delle malattie croniche.

9. Potere il sistema immunitario

Un forte sistema immunitario protegge gli organismi batteri, i virus e altre malattie che causano malattie. D’altra parte, un sistema immunitario debole mette l’organismo a maggior rischio di sviluppare malattie infettive. Le indagini sugli animali mostrano che il crion di Leon può aumentare l’immunità aumentando l’attività del sistema immunitario intestinale, che protegge il corpo dai patogeni che entrano nell’intestino attraverso la bocca o il naso. Questi effetti possono essere dovuti in parte a cambiamenti vantaggiosi nei batteri intestinali che stimolano il sistema immunitario. Uno studio ha persino scoperto che il supplemento con l’estratto di leone crinò quotidiano quasi quadropled la vita dei topi a cui è stata iniettata una dose letale dei batteri di salmonella. Gli effetti stimolanti del sistema immunitario dei funghi del leone mane sono molto promettenti, ma questa area di ricerca è ancora in via di sviluppo.

Summary: I funghi Melete di Leon hanno dimostrato di avere effetti stimolanti del sistema immunitario nei roditori, ma è necessaria molta più ricerca.

Effetti di sicurezza e effetti collaterali

Nessun studio umano ha esaminato gli effetti collaterali del fungo della criniera del leone o del suo estratto, ma sembra essere molto sicuro, non sono stati osservati effetti avversi nei ratti, anche in dosi così alte come 2, 3 grammi per libbra (5 grammi per kg) del peso corporeo al giorno per un mese o dosi inferiori per tre mesi. Tuttavia, qualsiasi persona che è allergica o sensibile ai funghi dovrebbe evitare la criniera del leone, poiché è una specie di fungo. I casi di persone che sperimentano mancanza di respiro o eruzioni cutanee sono state documentate dopo l’esposizione alle funghi di leone, probabilmente correlate alle allergie.

Summary: Studi negli animali Suggerisci che la criniera di Leon e i suoi estratti sono molto sicuri, anche in dosi alte. Tuttavia, le reazioni allergiche sono state riportate negli esseri umani, quindi qualsiasi persona con una famosa allergia dei funghi devi evitarlo.

In sintesi

Lion’s Mane e il suo estratto hanno dimostrato di avere una varietà di benefici per la salute. La ricerca ha scoperto che la criniera di Leon può proteggere dalla demenza, ridurre i sintomi lievi di ansia e depressione e aiutare a riparare il danno nervoso. Ha anche forti capacità anti-infiammatorie, antiossidanti e di rinforzo immunologica e hanno dimostrato di ridurre il rischio di malattie cardiache, cancro, ulcere e diabete negli animali. Sebbene la ricerca attuale sia promettenti, sono necessari più studi negli esseri umani per sviluppare applicazioni pratiche di salute per la criniera di Leon.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.