I dolcificanti artificiali sono sostituti di zucchero sintetici che vengono aggiunti a pasti e bevande in modo che abbiano un sapore dolce. Forniscono quella dolcezza senza calorie aggiuntive, il che li rende un’opzione attraente per le persone che stanno cercando di perdere peso. Tutti i tipi di prodotti alimentari e uso quotidiano contengono dolcificanti artificiali, come caramelle, bevande analcoliche, dentifricio e gomma da masticare. Tuttavia, negli ultimi anni i dolcificanti artificiali hanno generato polemiche. Le persone stanno iniziando a essere interrogate se sono sicure e sane come gli scienziati pensavano all’inizio. Uno dei suoi possibili problemi è che possano modificare l’equilibrio dei batteri benefici nel loro intestino. Questo articolo dà un’occhiata alle attuali indagini ed esamina se gli edulcoranti artificiali modificano i batteri del loro intestino, così come il modo in cui questi cambiamenti potrebbero influenzare la loro salute.

I batteri del tuo intestino possono influenzare la tua salute e il tuo peso i batteri intestini

giocano un ruolo importante in molti dei processi del tuo corpo. È noto che i batteri vantaggiosi proteggono l’intestino contro le infezioni, producono importanti vitamine e sostanze nutritive e persino aiutano a regolare il sistema immunitario. Uno squilibrio dei batteri, in cui l’intestino contiene batteri meno sani del normale, è chiamato disbiosi. Disbudyse è stato collegato a una serie di problemi intestinali, come la malattia infiammatoria intestinale (IBD), la sindrome dell’intestino irritabile (SII) e la celiachia. Studi recenti hanno anche suggerito che la disbiosi potrebbe svolgere un documento nella quantità di peso. Gli scienziati che esaminano i batteri intestinali hanno scoperto che le persone con il peso normale tendono ad avere diversi modelli di batteri nel loro intestino rispetto alle persone in sovrappeso. Studi nei gemelli che confrontano i batteri intestinali di legname identici con sovrappeso e con il peso normale hanno trovato lo stesso fenomeno, indicando che queste differenze nei batteri non sono genetiche. Inoltre, quando gli scienziati hanno trasferito i batteri di intestini gemelli umani identici ai topi, i topi ricevuti dai batteri dei gemelli sovrappeso sono aumentati in peso, anche se tutti i topi sono stati nutriti con la stessa dieta. Questo può essere perché il tipo di batteri nelle vie delle persone in sovrappeso sono più efficienti per estrarre energia dalla dieta, quindi le persone con questi batteri ottengono più calorie da una certa quantità di cibo. Le nuove indagini suggeriscono inoltre che i batteri intestini possono essere correlati a una vasta gamma di altri problemi di salute, compresa l’artrite, il diabete di tipo 2, le malattie cardiache e il cancro.

Summary: Il saldo dei batteri benefici nell’intestino può svolgere un ruolo importante nella salute e nel peso.

I dolcificanti artificiali possono cambiare il bilancio dei batteri del loro intestino

La maggior parte dei dolcificanti artificiali viaggia attraverso il loro sistema digestivo senza essere digerito e lasciare il loro corpo senza cambiamenti. Per questo motivo, gli scienziati hanno pensato per molto tempo non hanno alcun effetto sull’organismo. Tuttavia, una recente ricerca ha rivelato che gli edulcoranti artificiali possono influenzare la loro salute modificando l’equilibrio dei batteri nel loro intestino. Gli scienziati hanno scoperto che gli animali nutriti gli edulcoranti artificiali sperimentano cambiamenti nei batteri del loro intestino. I ricercatori hanno testato dolcificanti come Splenda, Acesulfame di potassio, aspartame e saccarina. In uno studio, gli scienziati hanno scoperto che quando i topi mangiavano il dolcificante la saccarina, il numero e il tipo di batteri nel loro intestino cambiato, compresa una riduzione di alcuni batteri benefici. È interessante notare che nello stesso esperimento, questi cambiamenti non sono stati osservati nei topi alimentati dall’acqua zuccherata. I ricercatori hanno anche osservato che le persone che consumano dolcificanti artificiali hanno profili diversi di batteri nel loro intestino rispetto a quelli che non li consumano. Tuttavia, gli effetti dei dolcificanti artificiali sui batteri intestinali possono variare ampiamente da una persona all’altra. I primi studi negli esseri umani hanno indicato che solo alcune persone possono sperimentare cambiamenti nei batteri intestinali e alla loro salute quando consumano questi dolcificanti.

Summary: In topi, è stato dimostrato che gli edulcoranti artificiali modificano il saldo dei batteri nell’intestino. Tuttavia, sono necessari più studi negli esseri umani per determinare i loro effetti sulle persone.

sono stati collegati all’obesità e diverse malattie

I dolcificanti artificiali sono spesso raccomandati come sostituto dello zucchero per le persone che cercano di perdere peso. Tuttavia, i dubbi sono stati sollevati sui loro effetti sul peso. In particolare, alcune persone hanno osservato una relazione tra il consumo di dolcificanti artificiali e un aumento del rischio di obesità, nonché altre condizioni come incidente cerebrovascolare, demenza e diabete tipo 2.

obesità

I dolcificanti artificiali sono utilizzati con la frequenza da parte delle persone cercando di perdere peso. Tuttavia, alcune persone hanno suggerito che gli edulcoranti artificiali possono essere correlati al guadagno di peso. Finora, gli studi condotti negli umani hanno prodotto risultati contraddittori. Alcuni studi di osservazione hanno collegato il consumo di dolcificanti artificiali con un aumento dell’indice di massa corporea (BMI), mentre altri sono stati collegati a una modesta diminuzione del BMI. In generale, la sostituzione di cibi ricchi di calorie e bevande gonfiarsi da parte di altri contenenti dolcificanti artificiali sembrano avere un effetto benefico su BMI e il peso. Tuttavia, una recente revisione non ha trovato alcun beneficio chiaro dei dolcificanti artificiali sul peso, sono necessari studi più a lungo termine.

Diabetes Tipo 2

Gli edulcoranti artificiali non hanno effetti misurabili immediati sui livelli di zucchero nel sangue, quindi si considerano un’alternativa di zucchero sicuro per le persone con il diabete. Tuttavia, la preoccupazione è stata sollevata che i dolcificanti artificiali possono aumentare la resistenza all’insulina e l’intolleranza al glucosio. Un gruppo di scienziati ha scoperto che l’intolleranza al glucosio è aumentata nei topi nutriti un dolcificante artificiale. Cioè, i topi divennero meno capaci di stabilizzare i loro livelli di zucchero nel sangue dopo aver mangiato zucchero. Lo stesso gruppo di ricercatori ha anche scoperto che quando i topi senza germi sono stati impiantati con i batteri dei topi intolleranti del glucosio, diventano anche glucosio intollerante. Alcuni studi sull’osservazione umana hanno scoperto che il consumo a lungo termine di dolcificanti artificiali è associato ad un aumento del rischio di diabete di tipo 2. Tuttavia, al momento, la relazione tra diabete di tipo 2 e dolcificanti artificiali è solo un’associazione, quindi sono necessari ulteriori studi per determinare se i dolcificanti artificiali causano un rischio maggiore. I dolcificanti artificiali sono stati collegati ad un aumento dei fattori di rischio per le malattie cardiache, incluso il tratto. Un recente studio ha scoperto che le persone che bevevano un drink addolcito artificialmente un giorno avevano fino a tre volte più rischio di ictus, rispetto alle persone che bevevano meno di un drink a settimana. Tuttavia, questo studio è stato osservativo, quindi non può determinare se il consumo di dolcificanti artificiali ha effettivamente causato l’aumento del rischio. Inoltre, quando i ricercatori hanno osservato questo collegamento a lungo termine e ha preso in considerazione altri fattori relativi al rischio di ictus, hanno scoperto che il legame tra dolcificanti artificiali e ictus non era significativo. Attualmente, ci sono poche prove che supportano un legame tra dolcificanti artificiali e il rischio di ictus. Altri studi sono tenuti a chiarire questo.

DEMENTIA

Non c’è molta ricerca sul fatto che vi sia un legame tra dolcificanti artificiali e demenza. Tuttavia, lo stesso studio osservazionale che recentemente collegati dolcificanti artificiali con Apoplexy ha anche trovato un’associazione con la demenza. Come nel caso di ictus, questa relazione è stata osservata solo prima che le cifre siano pienamente adattate per tenere conto di altri fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare la demenza, come il diabete di tipo 2, non ci sono studi sperimentali che possono dimostrare la causa e Effetto, quindi è necessaria più ricerche per determinare se questi dolcificanti possono causare la demenza.

Summary: I dolcificanti artificiali sono stati collegati a una serie di problemi di salute, come l’obesità, il diabete di tipo 2, il tratto e la demenza. Tuttavia, i test sono osservativi e non tengono conto di altre possibili cause.

sono dolcificanti artificiali meno dannosi dello zucchero?

Nonostante la preoccupazione che si suscitano dolcificanti artificiali, va notato che è noto che consumare troppo zucchero aggiunto è dannoso. Infatti, la maggior parte delle linee guida governative raccomandano di limitare il loro consumo di zucchero aggiunto a causa dei rischi per la salute associati. Il consumo di uno zucchero troppo aggiunto è stato associato ad un aumento del rischio di cavità, obesità, diabete di tipo 2, più carenti di salute mentale e marcatori di rischio di malattie cardiache. Sappiamo anche che la riduzione del suo consumo di zucchero aggiunto può avere significativi benefici per la salute e ridurre il rischio di malattia. D’altra parte, i dolcificanti artificiali continuano a considerarsi un’opzione sicura per la maggior parte delle persone. Possono anche aiutare le persone che cercano di ridurre il loro consumo di zucchero e perdere peso, almeno a breve termine. Tuttavia, ci sono alcuni test che collegano un alto consumo di dolcificanti artificiali a lungo termine con un aumento del rischio di tipo 2. Diabete Se si è preoccupati, la scelta più sana è quella di ridurre il consumo di zucchero e dolcificanti artificiali.

Summary: Cambia lo zucchero aggiunto da dolcificanti artificiali può aiutare le persone che stanno cercando di perdere peso e migliorare la loro salute dentale.

Dovresti consumare dolcificanti artificiali?

ha dimostrato che l’uso di dolcificanti artificiali a breve termine non è dannoso. Possono aiutarti a ridurre il tuo apporto calorico e proteggere i denti, specialmente se si consuma un sacco di zucchero. Tuttavia, i test sulla loro sicurezza a lungo termine sono contraddittori e possono modificare l’equilibrio dei batteri del loro intestino. In generale, gli edulcoranti artificiali hanno vantaggi e svantaggi e la decisione di consumarli o non è ridotta a una scelta individuale. Se si consumano già dolcificanti artificiali, si sente bene ed è soddisfatto della tua dieta, non ci sono prove concrete che dovresti smettere di farlo. Tuttavia, se sei preoccupato per l’intolleranza al glucosio o la sicurezza a lungo termine, potresti voler eliminare i dolcificanti dalla tua dieta o cercare di cambiare i dolcificanti naturali.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.