L’infiammazione è parte del processo naturale di guarigione del corpo. Durante un infortunio o un’infezione, il corpo rilascia sostanze chimiche per aiutare a proteggere e combattere qualsiasi organismo dannoso, che può causare arrossamento, calore e gonfiore. Alcuni cibi, come lo zucchero, possono anche causare infiammazione nel corpo, che è normale. Tuttavia, mangiare troppi cibi infiammatori possono causare infiammazione cronica di basso grado, che può causare gravi problemi di salute, come malattie cardiache, diabete, cancro e allergie. Questo articolo copre tutto il necessario per sapere sul ruolo di zucchero e infiammazione nel corpo.

L’eccesso di zucchero aggiunto è correlato all’infiammazione

Diversi studi sugli animali hanno dimostrato che una dieta ad alto contenuto di zucchero aggiunta porta all’obesità, alla resistenza all’insulina, all’aumento della permeabilità intestinale e all’infiammazione di basso grado. Gli studi negli esseri umani confermano la relazione tra zucchero aggiunto e i più alti indicatori infiammatori. Uno studio su 29 persone sane ha scoperto che il consumo di soli 40 grammi di zucchero aggiunto da solo un rinfresco di 375 ml al giorno ha portato ad un aumento dei marcatori infiammatori, della resistenza all’insulina e del colesterolo LDL. Queste persone tendevano anche a guadagnare più peso. Un altro studio in sovrappeso e persone obese hanno scoperto che il consumo di una lattina di ristoro regolare quotidianamente per sei mesi ha portato ad un aumento dei livelli di acido urico, un trigger di infiammazione e resistenza all’insulina. I soggetti che hanno bevuto rinfreschi dietetici, latte o acqua non hanno aumentato un aumento dei livelli di acido urico. Il consumo di bevande zuccherate può aumentare i livelli di infiammazione. Inoltre, questo effetto può durare un notevole quantità di tempo. Il consumo di una dose di 50 grammi di fruttosio causa un aumento dei marcatori infiammatori come la proteina C-reattiva (PCR) solo 30 minuti dopo. Inoltre, PCR rimane alta per più di due ore. Oltre a aggiunta di zucchero, il consumo di troppi carboidrati raffinati è stato anche collegato all’aumento dell’infiammazione negli esseri umani. In uno studio, il consumo di soli 50 grammi di carboidrati raffinati sotto forma di pane bianco ha causato un aumento dei livelli di zucchero nel sangue e un aumento del marker infiammatorio NF-KB.

Summary: Il consumo di troppa aggiunto zucchero e carboidrati raffinati è correlato ad un aumento dell’infiammazione nel corpo, nonché con resistenza all’insulina e aumento di peso.

Come l’aggiunta di zucchero influisce sul tuo corpo

Il consumo eccessivo di zucchero aggiunto e carboidrati raffinati provoca diversi cambiamenti nel corpo, che aiutano a spiegare perché una dieta ricca di zucchero può causare un’infiammazione cronica di

È importante ricordare che è improbabile che l’infiammazione sia causata da Solo zucchero. Altri fattori come lo stress, i farmaci, il fumo e il consumo di grassi in eccesso possono anche portare all’infiammazione.

Summary: Il consumo eccessivo di zucchero aggiunto e carboidrati raffinati è correlato all’aumento della produzione di età, per la permeabilità intestinale, il colesterolo LDL, i marcatori infiammatori e il guadagno di peso. Tutti questi fattori possono innescare un’infiammazione cronica di basso grado.

Risorse sanitarie

60 secondi.3 Domande 1 Dieta personalizzata

è 3 domande per trovare la dieta che soddisfa i suoi obiettivi

Aggiunto lo zucchero può portare a problemi di salute a lungo termine

Studi di osservazione negli esseri umani collegati ad alto consumo di zucchero aggiuntivo e Carboidrati raffinati a molte malattie croniche, comprese malattie cardiache, cancro, diabete, obesità e altro ancora.

Malattie cardiache

Diversi studi hanno trovato una forte relazione tra il consumo di bevande zuccherate e un aumento del rischio di malattie cardiache. Un grande studio che coinvolge più di 75.000 donne hanno scoperto che coloro che hanno consumato una dieta in alto in carboidrati raffinati e zucchero hanno avuto fino al 98% in più di rischio di malattie cardiache, rispetto alle donne con la fonte minima di carboidrati raffinati. Ciò è probabilmente dovuto all’impatto del consumo di zucchero nei fattori di rischio di malattie cardiache, come l’aumento del colesterolo LDL, l’aumento della pressione sanguigna, l’obesità, la resistenza all’insulina e l’aumento dei marcatori infiammatori.

Cancro

Diversi studi dimostrano che le persone con elevato consumo di zucchero possono avere un aumento del rischio di sviluppare il cancro. Uno studio ha rilevato che quando i topi fossero alimentati diete di zucchero elevate, svilupparono il cancro al seno, che è stato poi esteso ad altre parti del corpo. Uno studio che ha osservato le diete di oltre 35.000 donne ha rilevato che coloro che hanno consumato i cibi più zuccherati e le bevande hanno avuto il doppio del rischio di sviluppare il cancro del colon, rispetto a quelli che consumano una dieta con la minima quantità di zucchero aggregato. Sebbene sia necessaria più ricerche, si ritiene che l’aumento del rischio di cancro possa essere dovuto all’effetto infiammatorio dello zucchero. A lungo termine, l’infiammazione causata da zucchero può danneggiare il DNA e le cellule del corpo. Alcuni esperti ritengono che i livelli cronici di insulina, che possono essere il risultato di consumare troppi zuccheri, può anche svolgere un ruolo nello sviluppo del cancro.

Diabetes

Studi riguardano un aumento del consumo di zucchero aumentato con il tipo 2. Una grande analisi che include oltre 38.000 persone hanno scoperto che solo una porzione di bevande zuccherate al giorno è stata associata a un rischio del 18% superiore rispetto al diabete di tipo 2. Un altro studio ha rilevato che l’aumento del consumo di sciroppo di mais era fortemente associato al diabete. Al contrario, il consumo di fibre ha contribuito a proteggere contro lo sviluppo del diabete.

Obesità

L’obesità viene spesso definita una malattia infiammatoria di basso grado. Gli esperti suggeriscono che le diete moderne, che sono spesso elevate in carboidrati raffinati e aggiunto lo zucchero, può portare a uno squilibrio nei batteri intestinali, che può essere spiegato in parte sullo sviluppo dell’obesità. Una revisione di 88 studi osservazionali ha rilevato che una maggiore assunzione di rinfreschi zuccherati è stato associato a un apporto calorico maggiore, un maggiore peso corporeo e una maggiore assunzione di altri importanti sostanze nutritive. «,» Uno studio nei topi ha trovato una dieta in zucchero che ha neutralizzato gli effetti antinfiammatori dell’olio di pesce e dell’obesità promossa.

Altre malattie

Un elevato consumo di zucchero aggiunto e carboidrati raffinati è stato collegato allo sviluppo di altre malattie, come malattia del fegato, malattie infiammatorie intestinali, declino mentale, artrite e altri. In particolare, il consumo eccessivo di fruttosio è stato collegato a malattia del fegato grasso non alcolico. Non è noto per certo come questo accade, ma si ritiene che sia dovuto a una miscela di maggiore permeabilità intestinale, crescita eccessiva in crescita batterica nell’intestino e infiammazione continua di basso grado. Tuttavia, i test che riguardano lo zucchero con problemi di salute si basano principalmente su studi di osservazione. Pertanto, non possono dimostrare che lo zucchero da solo era la causa di questi problemi di salute.

Summary Studi di osservazione hanno collegato un consumo eccessivo di zucchero aggiunto allo sviluppo di diverse malattie croniche, come diabete, malattie cardiache, obesità e cancro.

Zucchero naturale non è correlato all’infiammazione

È importante notare che c’è una differenza tra zucchero aggiunto e zucchero naturale. L’aggiunta di zucchero viene estratta dalla sua fonte originale e si aggiunge al cibo e alle bevande per servire da dolcificante o per aumentare la vita utile. Lo zucchero aggiunto si trova principalmente in alimenti e bevande trasformati, sebbene anche lo zucchero da tavolo sia considerato un zucchero aggiunto. Altri forme comuni includono sciroppo ad alto contenuto di fruttosio (HFC), saccosi, fruttosio, glucosio e zucchero di mais. Tra gli adulti degli Stati Uniti, circa il 13% delle calorie totali provengono da zucchero aggregato. Questo è elevato, considerando che gli orientamenti governativi consigliano che non oltre il 5% al ??15% delle calorie deve provenire da grassi solidi che da zucchero aggregato. Sono state collegate quantità eccessive di zuccheri aggiuntivi e carboidrati raffinati per l’infiammazione. Tuttavia, lo zucchero naturale non è stato collegato all’infiammazione. In effetti, molti alimenti che contengono zuccheri naturali, come frutta e verdura, possono essere anti-infiammatori. Gli zuccheri naturali comprendono quelli che sono naturalmente trovati nel cibo, come fruttosio in frutta e lattosio nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Il consumo di zuccheri naturali non dovrebbe essere motivo di preoccupazione, poiché agiscono molto bene da zuccheri aggiunti quando sono consumati e digeriti in il corpo. Lo zucchero naturale è solitamente consumato in alimenti intere, in modo che sia accompagnato da altri nutrienti, come proteine ??e fibre, che causano assorbire lentamente gli zuccheri naturali. Il costante assorbimento dello zucchero naturale previene i picchi di zucchero nel sangue. Una dieta in alto in alimenti interi come frutta, verdura e cereali integrali può anche avere altri benefici per la salute. Non è necessario limitare o evitare cibi integrali.

Summary: Aggiunto lo zucchero aggiunto, che viene eliminato dalla sua fonte originale e aggiunge al cibo e alle bevande, è associato all’infiammazione. «,» Lo zucchero naturale, che si trova in cibi interi, non lo è.

Cambiamenti nello stile di vita possono ridurre l’infiammazione

Buone notizie è che alcuni cambiamenti nello stile di vita, come la riduzione dell’assunzione di cibo zuccherino e del cibo trasformato, possono portare a livelli inferiori di infiammazione nel corpo, ad esempio, il consumo di fruttosio ha un impatto A seconda della dose in infiammazione, il che significa che più è composto, maggiore è l’infiammazione del corpo. Inoltre, uno stile di vita sedentario, il fumo e gli alti livelli di stress sono stati associati ad un’infiammazione cronica di basso grado. Tuttavia, è stato dimostrato che l’attività fisica regolare riduce i grassi della pancia e i marcatori infiammatori negli esseri umani. Pertanto, sembra possibile ridurre i livelli di infiammazione apportando cambiamenti nella dieta. Uno studio ha rilevato che la sostituzione del cibo trasformata dal cibo non trasformato è migliorato la resistenza all’insulina, migliorato i livelli di colesterolo e la ridotta pressione sanguigna, tutti relativi all’infiammazione. Un altro studio ha rilevato che la riduzione del consumo di fruttosio ha migliorato i marcatori infiammatori del sangue di quasi il 30%. Di seguito sono riportati alcuni semplici suggerimenti per aiutare a ridurre l’infiammazione:

Summary: Sostituzione di alimenti e bevande con zucchero ad alto aggiunto e carboidrati raffinati può aiutare a ridurre i marcatori infiammatori.

Prove suggerisce che mangiare troppo zucchero aggiunto e troppi carboidrati raffinati causano infiammazione nel corpo.

Nel tempo, l’infiammazione causata da cattive abitudini alimentari può portare a vari problemi di salute, come malattie cardiache, diabete, malattie del fegato e cancro. Tuttavia, l’infiammazione può anche essere causata da molti altri fattori, tra cui lo stress, i farmaci, il tabacco e l’assunzione di grassi in eccesso. Ci sono molte cose che puoi fare per aiutare a combattere l’infiammazione, compreso l’esercizio regolare e una gestione efficace dei tuoi livelli di stress. Inoltre, ridurre la quantità di cibi e bevande trasformati, selezionare cibi integrali e limitare il tuo zucchero aggregato e carboidrati raffinati.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.