Con così tanti oli da cucina disponibili sul mercato, è difficile sapere quali sono i migliori per la tua salute. L’olio di arachidi è un olio popolare che è comunemente usato in cucina, specialmente quando il cibo fritto. Sebbene l’olio di arachidi possa avere alcuni benefici per la salute, ha anche alcuni importanti svantaggi. Questo articolo analizza in dettaglio l’olio di arachidi per scoprire se è un’opzione sana o malsana.

Cos’è l’olio di arachidi?

L’olio di arachidi, noto anche come olio di arachidi o olio di arachis, è un olio derivato dai semi commestibili dell’impianto di arachidi. Sebbene la pianta dei fiori di arachidi sulla superficie, i semi o le arachidi siano effettivamente sviluppati sottoterra, in modo che le arachidi siano anche conosciute come arachidi. Le arachidi sono spesso raggruppate con le noci di alberi come dadi e mandorle, ma in realtà sono un tipo di legume che appartiene alla famiglia di piselli e fagioli. A seconda dell’elaborazione, l’olio di arachidi può avere una vasta gamma di sapori che variano da morbidi e dolci a forti e aromatizzati. Esistono diversi tipi di olio di arachidi, ciascuno è fatto con tecniche diverse:

L’olio di arachidi è ampiamente utilizzato in tutto il mondo, ma è più comune in cinese, l’Asia meridionale e la cucina del sud-est asiatico. È diventato più popolare negli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale quando altri oli erano scarsi a causa della scarsità del cibo. Ha un alto punto di fumo di 437 (225) ed è comunemente usato per friggere il cibo.

Summary: Peanut Oil è un olio vegetale molto popolare che è comunemente usato in tutto il mondo. Questo olio ha un alto punto di fumo, il che lo rende un’opzione popolare per friggere il cibo.

Nutritive Composizione

Ecco la rottura nutrizionale per un cucchiaio di petrolio di arachidi (1):

La decomposizione degli acidi grassi dell’olio grasso è il grasso saturo del 20%, grasso monoinsatuoso del 50% (MUFA) e 30% grasso poliunsaturato (PUFA). «,» Il tipo principale di grasso monoinsaturo che si trova nell’olio di arachidi è chiamato acido oleico o omega-9. Contiene anche grandi quantità di acido linoleico, un tipo di acido grasso omega-6 e minori quantità di acido palmitico, un grasso saturo. L’elevata quantità di grassi omega-6 contenenti olio di arachidi potrebbe non essere una buona cosa. Questi grassi tendono a causare infiammazioni e sono stati collegati a vari problemi di salute. La considerevole quantità di grassi monoinsaturi trovati in questo olio lo rende ideale per friggere e altri metodi di cottura a temperature elevate. Tuttavia, contiene una buona quantità di grasso polinsaturo, meno stabile ad alte temperature. D’altra parte, l’olio di arachidi è una buona fonte di vitamina E, un antiossidante che ha molti benefici per la salute come la protezione del corpo contro il danno radicale libero e riducendo il rischio di malattie cardiache.

Summary: L’olio di arachidi è alto in grasso monoinsaturo, il che lo rende un’opzione popolare da cuocere ad alte temperature.

Benefici potenziali dell’olio di arachidi

L’olio di arachidi è una grande fonte di vitamina E. È stato anche collegato ad alcuni benefici per la salute, compresa la riduzione di determinati fattori di rischio per le malattie cardiache e la diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete.

L’olio di arachidi è alto in vitamina E

Un singolo cucchiaio di olio di arachidi contiene l’11% dell’assunzione giornaliera raccomandata di vitamina E (1). La vitamina E è in realtà il nome di un gruppo di composti di grasso solubile che hanno molte funzioni importanti nel corpo. La funzione principale della vitamina E è quella di funzionare come antiossidante, proteggendo il corpo di sostanze nocive chiamate radicali liberi. I radicali liberi possono causare danni cellulari se il loro numero aumenta troppo nel corpo. Sono stati correlati a malattie croniche come il cancro e le malattie cardiache. Inoltre, la vitamina E aiuta a mantenere forte il sistema immunitario, il che protegge il corpo dei batteri e dei virus. È anche essenziale per la formazione di globuli rossi, segnaletica cellulare e la prevenzione dei coaguli di sangue. Questo potente antiossidante può ridurre il rischio di malattie cardiache, alcuni tipi di cancro, cataratta e possono persino prevenire il deterioramento mentale relativo all’età. Infatti, un’analisi di otto studi che includevano 15.021 persone hanno riscontrato una riduzione del 17% a rischio di cataratta legata all’età in quelle con la maggiore assunzione di vitamina E nella dieta rispetto a quelle con il minimo assunzione.

potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiache

L’olio di arachidi è alto sia in grassi monoinsaturi (MUFA) che in grassi poliunsaturi (PUFA), entrambi sono stati ampiamente studiati dal loro ruolo nella riduzione delle malattie cardiache. Ci sono buone prove che il consumo di grassi insaturi può ridurre determinati fattori di rischio associati alla malattia cardiaca. Ad esempio, alti livelli di colesterolo LDL e trigliceridi nel sangue sono stati collegati ad un aumento del rischio di malattie cardiache. Molti studi hanno dimostrato che la sostituzione dei grassi saturi con parotite o pompe può ridurre sia il colesterolo LDL che i livelli di trigliceridi. Una grande revisione dell’American Heart Association suggerisce che la riduzione del consumo di grassi saturi e l’aumento del loro consumo di grassi monoinsaturi e poliunsaturati potrebbero ridurre il rischio di malattie cardiache fino al 30% (6). Un’altra recensione di 15 studi controllati avevano risultati simili, concludendo che la riduzione dei grassi saturi nella dieta non ha avuto alcun effetto sul rischio di malattie cardiache, sebbene la sostituzione di alcuni grassi saturi di grasso potesse ridurre il rischio di eventi cardiaci. «,» Tuttavia, questi benefici sono stati osservati solo quando i grassi saturati da grassi monoinsaturi e polinsaturi sono stati sostituiti. Non è chiaro se aggiungere più di questi grassi alla tua dieta senza cambiare altri componenti di esso avrà un effetto positivo sulla salute del cuore. Inoltre, è importante notare che altri studi importanti hanno mostrato poco o nessun effetto sul rischio di malattie cardiache quando i grassi riempiti vengono ridotti o sostituiti da questi altri grassi. Ad esempio, una recente revisione di 76 studi che includono oltre 750.000 persone non hanno trovato alcuna relazione tra il consumo di grassi saturi e il rischio di malattie cardiache, anche per quelli con il massimo consumo. Mentre l’olio di arachidi ha una buona quantità di grassi polinsaturi, ci sono molte altre opzioni nutrienti che sono più alte in questo tipo di grasso come dadi, semi di girasole e semi di lino. L’olio di arachidi

può migliorare la sensibilità all’insulina Gli studi

hanno dimostrato che i grassi monoinsaturi e poliunsaturati possono migliorare il controllo della glicemia nelle persone con diabete il consumo di qualsiasi grasso con carboidrato aiuta a ritardare l’assorbimento degli zuccheri nel tratto digestivo e conduce a un aumento più lento glicemia. Tuttavia, i grassi monoinsaturi e poliunsaturati, in particolare, possono svolgere un ruolo più importante nel controllo del sangue (11). In una revisione di 102 studi clinici che includevano 4,220 adulti, i ricercatori hanno scoperto che la sostituzione del solo il 5% dell’assunzione di grassi saturi con il grasso poliunsaturo ha portato a una significativa riduzione dello zucchero nel sangue e dell’HBA1C, un indicatore di controllo del sangue a lungo termine Inoltre, la sostituzione dei grassi saturi con i grassi poliunsaturati è migliorata significativamente la secrezione dell’insulina su questi soggetti. L’insulina aiuta le cellule a assorbire il glucosio ed evitare la glicemia aumenta troppo (12). Gli studi sugli animali suggeriscono anche che il petrolio di arachidi migliora il controllo della zucchero del sangue. In uno studio, i ratti diabetici alimentati dall’olio di arachidi hanno registrato riduzioni significative sia nei livelli di zucchero nel sangue che a quelli di HbA1c. In un altro studio, i topi diabetici a cui sono stati dati diete fortificate con olio di arachidi avevano significative riduzioni di zucchero nel sangue.

Summary: Peanut Oil può ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiache. Può anche aiutare a migliorare la sensibilità all’insulina e ridurre il livello di zucchero nel sangue nelle persone con diabete. È anche una grande fonte di vitamina E, un potente antiossidante che protegge il corpo dai danni radicali liberi.

Possibili rischi per la salute

Sebbene ci siano alcuni benefici basati sull’evidenza durante il consumo di olio di arachidi, ci sono anche alcuni potenziali inconvenienti.

L’olio di arachidi è alto in grasso omega-6

Omega-6 Gli acidi grassi sono un tipo di grasso polinsaturo. Sono un acido grasso essenziale, il che significa che dovresti farli passare attraverso la dieta perché il tuo corpo non può produrlo. Insieme agli acidi grassi omega-3 più noti, gli acidi grassi omega-6 svolgono un ruolo critico in una crescita e sviluppo adeguati, nonché nella normale funzione cerebrale. Mentre l’Omega-3 aiuta a combattere l’infiammazione nel corpo che può portare a una serie di malattie croniche, Omega-6 tendono ad essere più pro-infiammatorie. Sebbene entrambi gli acidi grassi essenziali siano fondamentali per la salute, le diete di oggi tendono ad essere troppo alte negli acidi grassi omega-6, la tipica dieta americana può contenere da 14 a 25 volte più acidi grassi omega-6 rispetto agli acidi grassi omega-3. Gli esperti suggeriscono che questa proporzione dovrebbe essere più vicina a 1: 1 o 4: 1 per una salute ottimale. », ‘Il consumo Omega-6 è salito alle stelle negli ultimi decenni, insieme ad indici infiammatori di malattia come malattie cardiache, obesità, malattia intestinale infiammatoria e cancro . In effetti, più studi riguardano l’elevato consumo di grassi omega-6 con un aumento del rischio di cancro al seno nelle donne. I test che supportano una relazione tra il consumo eccessivo di questi grassi pro-infiammatori e alcune malattie sono forti, sebbene sia prese in considerazione che la ricerca è in corso. L’olio di arachidi è molto alto in Omega-6 e manca di Omega-3. Per mangiare una percentuale più equilibrata di questi acidi grassi essenziali, limitare l’assunzione di oli omega-6 elevati, come l’olio di arachidi.

L’olio di arachidi può essere inclinato all’ossidazione

L’ossidazione è una reazione tra una sostanza e ossigeno che provoca la formazione di radicali liberi e altri composti nocivi. Questo processo si verifica comunemente in grassi insaturi, mentre i grassi saturi sono più resistenti all’ossidazione. I grassi polinsaturi sono i più propensi a ossidarsi a causa della loro maggiore quantità di legami instabili. Basta riscaldare o esporre questo grasso, la luce del sole o l’umidità può accendere questo processo indesiderabile. L’elevata quantità di grassi polinsaturi in olio di arachidi, insieme al suo uso come olio ad alta temperatura, lo rende più incline all’ossidazione. I radicali liberi che vengono creati quando l’olio di arachidi ossidato può causare danni al corpo. Ci sono altri oli e grassi più stabili disponibili sul mercato per la cottura ad alta temperatura. Questi sono molto più resistenti all’ossidazione rispetto all’olio di arachidi. Sebbene l’olio di arachidi sia annunciato dal suo alto punto di fumo, potrebbe non essere l’opzione migliore.

Summary: L’olio di arachidi è alto in acidi grassi pro-infiammatori omega-6. Le diete occidentali tendono già ad essere troppo elevate in questi grassi, che possono aumentare il rischio di alcune malattie. Questo olio può anche essere inclinato all’ossidazione, il che lo rende una scelta insicurezza come l’olio da cucina.

L’olio di arachidi

essenziale è un olio popolare utilizzato in tutto il mondo. È una buona fonte di vitamina e antiossidante, che può aiutare a ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiache. Può anche aiutare a migliorare la sensibilità all’insulina e il livello di zucchero nel sangue nelle persone con diabete. Sebbene questo olio possa avere alcuni benefici per la salute, ha anche alcuni svantaggi. È molto alto negli acidi grassi pro-infiammatori di Omega-6 ed è soggetto all’ossidazione, che può aumentare il rischio di alcune malattie con così tante altre opzioni di grasso sano sul mercato, potrebbe essere prudente scegliere un olio con più benefici e meno potenziali rischi per la salute. Alcune buone alternative includono olio extravergine di oliva, olio di cocco o olio di avocado.

Healthline Newsletter

Ricevi la nostra email di alimentazione giornaliera

Per aiutarti a creare il tuo miglior piano alimentare, ti invieremo una guida esperta e basata sull’evidenza sulla nutrizione e sulla perdita di peso.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.