Intelleranze alimentari e sensibilità sono estremamente comuni. In effetti, si stima che tra il 2 e il 20% delle persone in tutto il mondo possano soffrire di intolleranza alimentare. Le diete di eliminazione sono lo standard d’oro per identificare intolleranze, sensibilità e allergie alimentari attraverso la dieta. Eliminano alcuni cibi che sono noti per causare sintomi scomodi e reintroducili in seguito durante il test per rilevare i sintomi. Gli allergici e i dietetici registrati hanno usato le diete di rimozione per decenni per aiutare le persone a scartare gli alimenti che non sono ben tollerati.

Cos’è una dieta di rimozione?

Una dieta di rimozione consiste nell’eliminare gli alimenti che si sospetta che il tuo corpo non possa tollerare bene. Dura solo 5-6 settimane e viene utilizzato per aiutare le persone con intestino sensibile, intolleranza alimentare o allergia alimentare per identificare quali alimenti stanno contribuendo ai loro sintomi. In questo modo, una dieta di rimozione può alleviare sintomi come gonfiore, gas, diarrea, stitichezza e nausea. Una volta che hai identificato con successo un cibo il tuo corpo non può tollerare bene, puoi eliminarlo dalla tua dieta per prevenire qualsiasi sintomo scomodo in futuro. Ci sono molti tipi di diete di eliminazione, che coinvolgono di mangiare o eliminare determinati tipi di cibo. Tuttavia, se hai un’allergia alimentare nota o sospetta, allora dovresti dimostrare solo una dieta di rimozione sotto la supervisione di un professionista medico. La reintroduzione di un allergene può innescare una condizione pericolosa chiamata anafilassi. Se sospetti di avere un’allergia alimentare, consulta il medico prima di iniziare una dieta di rimozione. I sintomi di un’allergia includono eruzioni, orticaria, gonfiore e mancanza di respiro (6).

Summary: Una dieta di rimozione è una dieta a breve termine che aiuta a identificare il cibo che il tuo corpo non può tollerare bene ed eliminarli dalla tua dieta.

Come funziona?

Una dieta di rimozione è divisa in due fasi: eliminazione e reintroduzione.

La fase di rimozione

La fase di rimozione è quella di eliminare il cibo che sospetti che si attivano i sintomi per un breve periodo di tempo, in genere 2-3 settimane. Elimina gli alimenti che pensi che il tuo corpo non possano tollerare, così come gli alimenti che sono famosi per causare sintomi scomodi. Alcuni di questi alimenti includono dadi, mais, soia, latticini, frutta di agrumi, verdure notturne, grano, alimenti contenenti glutine, maiale, uova e frutti di mare (7). Durante questa fase, è possibile determinare se i sintomi sono dovuti al cibo o al loro altra cosa. Se i tuoi sintomi rimangono dopo aver eliminato il cibo per 2-3 settimane, è meglio che tu notifichi il medico.

La fase di reintroduzione

La fase successiva è la fase di reintroduzione, in cui si porta lentamente il cibo eliminato nuovamente alla tua dieta. Ogni gruppo di cibo deve essere introdotto singolarmente, per 2-3 giorni, mentre alla ricerca di sintomi:

  • TRA che va bene per mangiare e passare al prossimo gruppo di cibo. Tuttavia, se si verificano sintomi negativi come quelli sopra menzionati, quindi hai identificato con successo un trigger e deve eliminarlo dalla tua dieta. Il processo completo, inclusa l’eliminazione, richiede circa 5-6 settimane. «,» Se hai intenzione di eliminare molti gruppi alimentari, cercare il consiglio del tuo medico o un dietista. L’eliminazione di troppi gruppi alimentari può causare una carenza nutrizionale.

    Summary: Una dieta di rimozione funziona eliminando gli alimenti che ritiene causare il disagio e quindi reintrodurli individualmente per controllare i sintomi.

    Cosa non può essere mangiato in una dieta di rimozione?

    Le migliori diete di rimozione sono le più restrittive. Più alimento elimina durante la fase di eliminazione, è più probabile che scoprire quali alimenti provocano sintomi di disagio. Gli alimenti che sono comunemente rimossi durante la fase di eliminazione includono:

    • Frutti di agrumi: evitare frutti di agrumi, come arance e pompelmo
    • NOTTE Shade Verdure: Evitare le verdure d’ombra notturna, compresi i pomodori, i peperoni, melanzane, patate bianche, Cayenne Pepe e paprica
    • dadi e semi: rimuovere tutti i dadi e i semi.
    • legumi: eliminare tutti i legumi, come fagioli, lenticchie, piselli e prodotti di soia.
    • Cibo con amido: Evita grano, orzo, mais, sceneggiatura, segale, avena e pane. Evitare anche qualsiasi altro cibo contenente il glutine.
    • Carne e pesce: Evitare carni lavorate, salumi, manzo, pollo, maiale, uova e frutti di mare.
    • Prodotti lattiero-caseari: Rimuovere tutti i prodotti lattiero-caseari, tra cui latte, formaggio, yogurt e gelato.
    • Grassi: evitare burro, margarina, oli idrogenati, maionese e diffondere prodotti.
    • bevande: evitare alcol, caffè, tè nero, bevande analcoliche e altre fonti di caffeina.
    • spezie e condimenti: evitare salse, condimenti e senape.
    • Zucchero e dolci: evitare lo zucchero (bianco e bruna), miele, sciroppo d’acero, sciroppo di mais e sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, nettare di agave, dessert e cioccolato.

    Se sospetti che altri alimenti che non siano su questo elenco ti facciano sentire a disagio, è altamente raccomandato di eliminarli pure.

    Summary: Una buona dieta di eliminazione è molto restrittiva, che ti aiuta a identificare il maggior numero possibile di trigger.

    Cosa puoi mangiare in una dieta di rimozione?

    Sebbene una dieta di rimozione sia molto restrittiva, c’è ancora abbastanza varietà per fare pasti sani e deliziosi. Alcuni dei cibi che puoi mangiare includono:

    • frutti: la maggior parte dei frutti, esclusi gli agrumi.
    • Verdure: la maggior parte delle verdure, escluse le ghiande.
    • cereali: incluso riso e grano saraceno.
    • carne e pesce: compreso la tacchino, l’agnello, la caccia e il pesce dell’acqua fredda come il salmone.
    • Sostituti del prodotto lattiero-caseario: incluso latte di cocco e latte di riso senza addolcire. ‘,’
    • grasso: compreso il freddo premendo olio d’oliva, olio di semi di lino e olio di cocco.
    • Bevande: acqua e tè a base di erbe.
    • spezie, condimenti e altri: incluso pepe nero, erbe e spezie fresche (esclusa il pepe di cayenne e la paprica) e l’aceto di mele.

    Per rimanere motivato durante questa fase restrittiva, prova a progettare nuove ricette e sperimentare con erbe e spezie per aggiungere un gusto delizioso ai loro piatti.

    Summary: Sebbene le diete di rimozione siano restrittive, ci sono ancora molte opzioni alimentari per fare pasti sani e deliziosi.

    Altri tipi di diete di rimozione

    Oltre alla tradizionale dieta di rimozione sopra descritta, ci sono molti altri tipi di diete di rimozione. Ecco alcuni tipi diversi di diete di rimozione:

    • animale da dieta a basso contenuto di grassi: elimina i fodmaps, che sono carboidrati a catena corta che alcune persone non possono digerire.
    • Dieta di rimozione del cibo lungo: comporta una combinazione di cibo che non viene mangiato regolarmente. Un esempio è la dieta di agnello e pere, che è popolare negli Stati Uniti, dove l’agnello e le pere non sono comunemente mangiate.
    • Dieta di eliminazione dei prodotti alimentari rari: Simile a poche diete alimentari, ma puoi mangiare solo cibi che raramente mangiano, poiché è meno propenso a scatenare i sintomi. Il cibo comune in una dieta alimentare rara comprende igname, grano saraceno e frutta.
    • Dieta di eliminazione del digiuno: consiste nell’acqua potabile rigorosamente per un massimo di cinque giorni e quindi reintrodurre gruppi alimentari. Questo tipo di dieta dovrebbe essere fatto solo con il permesso del medico, in quanto può essere pericoloso per la tua salute.
    • Altre diete di rimozione: Questi includono diete senza lattosio, senza zucchero, senza glutine e senza grano, tra gli altri

    Summary: Summary: Esistono molti tipi diversi di diete di rimozione, inclusa la dieta bassa in fodmaps, dieta a pochi Cibi, la dieta alimentare rara, il digiuno e altro ancora.

    Vantaggi di una dieta di rimozione

    Le diete di rimozione aiutano a scoprire quali alimenti causano sintomi scomodi in modo da poterli eliminarli dalla tua dieta. Tuttavia, una dieta di rimozione ha molti altri vantaggi, tra cui:

    1. Può ridurre i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile

    Sindrome intestinale irritabile (SII) è un disturbo intestinale molto comune che colpisce tra il 10-15% delle persone in tutto il mondo ( 8). Molte persone scoprono che una dieta di rimozione migliora i sintomi SII come gonfiore, crampi e gas. In uno studio, 150 persone con SCI hanno seguito una dieta di eliminazione che escludeva trigger o una falsa dieta rimozione che escludeva lo stesso numero di cibo ma non quelli relativi ai sintomi di disagio. Le persone che hanno seguito la vera dieta di eliminazione hanno ridotto i loro sintomi del 10%, e coloro che erano meglio attaccati alla dieta ridotti sintomi fino al 26%.

    2. Potrebbe aiutare le persone con esofagite eosinofilica

    esofagite eosinofilica (EE) è una condizione cronica in cui allergie attivano l’infiammazione dell’esofago, il tubo che trasportava il cibo dalla bocca allo stomaco. Le persone con EE hanno difficoltà a deglutire gli alimenti secchi e fili, il che aumenta il rischio di soffocamento. Molti studi hanno dimostrato che le diete di eliminazione sono efficaci nel migliorare i sintomi degli Stati Uniti. In uno studio di 146 pazienti con EE, oltre il 75% di tutti i pazienti ha sperimentato significativamente meno sintomi e meno infiammazione attraverso una dieta in fase-out.

    3. Può ridurre i sintomi dell’ADHD

    ADHD (disturbo da deficit di attenzione con iperattività) è un disturbo del comportamento che colpisce il 3-5% di tutti i bambini e gli adulti. Gli studi hanno dimostrato che le diete di eliminazione possono ridurre i sintomi ADHD. Un’analisi ha analizzato 20 studi che hanno limitato alcuni alimenti per migliorare i sintomi dell’ADHD. «,» I ricercatori hanno scoperto che le diete di eliminazione hanno contribuito a ridurre i sintomi dell’annuncio / hna tra i bambini sensibili al cibo. Tuttavia, i bambini non dovrebbero seguire una dieta di rimozione a meno che non siano supervisionate da un medico. Le diete di eliminazione limitano molti sostanze nutritive essenziali che sono importanti per far crescere figli, e la restrizione a lungo termine potrebbe atrofia la loro crescita.

    4. Può migliorare le condizioni della pelle come Eczema

    Eczema è un gruppo di condizioni della pelle che appaiono come pelle rossa, con prurito, incrinata e infiammata ci sono molte diverse cause di eczema, ma molte persone scoprono che mangiare certo cibo può fare i tuoi sintomi peggio. Diversi studi hanno scoperto che le diete di eliminazione possono ridurre i sintomi dell’eczema. In uno studio di 15 partecipanti con eczema, 14 hanno scoperto che una dieta di rimozione ha ridotto i loro sintomi e ha aiutato a identificare i loro trigger.

    5. Potrebbe ridurre l’emicrania cronica

    circa 2-3 milioni di persone solo negli Stati Uniti soffrono di emicranie croniche (19). Le cause di emicrania non sono ancora chiare, ma gli studi hanno dimostrato che l’infiammazione potrebbe essere un trigger (20). Una dieta di rimozione elimina gli alimenti che causano l’infiammazione e ha dimostrato di ridurre le emicranie croniche. In uno studio, 28 donne e due uomini con frequenti emicranie hanno seguito una dieta di rimozione per sei settimane, che ha aiutato a ridurre il numero di attacchi di cefalet durante quel periodo da nove a sei.

    Summary: Una dieta di rimozione può avvantaggiare le persone con SII, ADHD, emicrania, esofagite eosinofilica e condizioni della pelle come l’eczema.

    Rischi di una dieta di rimozione

    Sebbene le diete di rimozione siano un ottimo modo per scoprire quali alimenti causano problemi, comportano anche alcuni rischi. Per cominciare, le diete di eliminazione devono essere seguite solo per un breve periodo di tempo, o tra quattro e otto settimane. Non è consigliabile seguire una dieta di rimozione più a lungo, in quanto potrebbe causare carenze nutrizionali a causa dell’eliminazione di determinati gruppi alimentari. Inoltre, i bambini e le persone con allergie conosciute o sospette dovrebbero solo fare una dieta di rimozione sotto la supervisione di un medico. Poiché le diete di eliminazione sono restrittive, l’eliminazione di alcuni gruppi alimentari, anche per un breve periodo di tempo, potrebbe atrofare la crescita del bambino. I bambini sono anche più inclini a reazioni severe, come anafilassi, quando viene reintrodotto un gruppo di cibo. Questo perché i loro corpi possono diventare molto sensibili al cibo dopo averli evitati.

    Summary: Le diete di eliminazione possono ridurre un’importante assunzione di nutrienti se sono seguite troppo a lungo. I bambini e le persone con allergie conosciute o sospette non dovrebbero seguire una dieta di rimozione a meno che non siano supervisionate dal proprio medico.

    In Summary

    Le diete di rimozione possono aiutarti a determinare quale cibo il tuo corpo non può tollerare il tuo corpo. Se stai vivendo sintomi che pensi possano essere correlati alla tua dieta, allora una dieta di rimozione potrebbe aiutarti a scoprire quali alimenti li stanno causando. Tuttavia, le diete di rimozione non sono per tutti. I bambini non dovrebbero dimostrare una dieta di rimozione a meno che non siano supervisionate da un medico o da un dietologo. Allo stesso modo, le persone con allergie conosciute o sospette dovrebbero solo dimostrare una dieta di rimozione sotto la supervisione di un medico. Infine, è importante tenere presente che le diete di eliminazione dovrebbero essere eseguite solo a breve termine, poiché le restrizioni a lungo termine possono causare carenze nutrizionali.

    Video:

  • Deja una respuesta

    Tu dirección de correo electrónico no será publicada.