Sebbene il termine che mangia sia nel nome, i disturbi alimentari sono più del cibo. Sono complesse condizioni di salute mentale che spesso richiedono l’intervento di esperti medici e psicologici di modificare il loro corso. Questi disturbi sono descritti nel manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali della American Psychiatry Association, Fifth Edition (DSM-5). Solo negli Stati Uniti, si stima che 20 milioni di donne e 10 milioni di uomini hanno o hanno avuto un disturbo alimentare ad un certo punto nelle loro vite (1). Questo articolo descrive 6 dei tipi più comuni di disturbi alimentari e dei loro sintomi.

Quali sono i disturbi del cibo? I disturbi dell’alimentazione

sono una serie di condizioni psicologiche che causano lo sviluppo di abitudini alimentari malsane. Possono iniziare con un’ossessione per il cibo, il peso o la forma del corpo. Nei casi gravi, i disturbi dell’alimentazione possono causare gravi conseguenze sulla salute e potrebbe anche causare la morte se non sono trattate. Le persone con disturbi alimentari possono avere una varietà di sintomi. Tuttavia, la maggior parte include gravi restrizioni alimentari, stufe alimentari o comportamenti di purga come vomito o esercizio in eccesso. Sebbene i disturbi alimentari possano influenzare le persone di qualsiasi sesso in qualsiasi fase della vita, sono riportati più frequentemente in adolescenti e giovani donne. In effetti, fino al 13% dei giovani possono sperimentare almeno un disturbo alimentare all’età di 20 anni.

Summary: I disturbi alimentari sono condizioni di salute mentale caratterizzate da ossessione per cibo o figura del corpo. Possono influenzare chiunque, ma sono più frequenti tra le giovani donne.

Cosa li causano?

Gli esperti ritengono che i disturbi dell’alimentazione possano essere causati da una varietà di fattori. Uno di questi è genetica. Gli studi sui gemelli e l’adozione che coinvolgono gemelli separati alla nascita e adottati da diverse famiglie forniscono alcune prove che i disturbi dell’alimentazione possono essere ereditati. Questo tipo di ricerca ha generalmente dimostrato che se un gemello sviluppa un disturbo alimentare, l’altro ha una probabilità del 50% di svilupparne uno, in media. I tratti della personalità sono un’altra causa. In particolare, il nevrotismo, il perfezionismo e l’impulsività sono tre tratti di personalità che sono spesso legati a un rischio più elevato di sviluppare un disturbo alimentare. Altre potenziali cause includono pressioni percepite per essere preferenze sottili e culturali da parte di sottilità e esposizione ai media che promuovono tali ideali. In effetti, alcuni disturbi del cibo sembrano essere per lo più inesistenti nelle culture che non sono stati esposti agli ideali del Delgadez occidentale. Detto questo, gli ideali di sottilità culturalmente accettati sono molto presenti in molte aree del mondo. Tuttavia, in alcuni paesi, pochi individui finiscono per sviluppare un disturbo di alimentazione, quindi è probabile che siano causati da una miscela di fattori. Più recentemente, gli esperti hanno proposto che le differenze nella struttura e della biologia del cervello possano anche svolgere un ruolo nello sviluppo dei disturbi alimentari. In particolare, i livelli di serotonina e i messaggeri del cervello della dopamina possono essere fattori, tuttavia sono necessari più studi prima che possano raggiungere solide conclusioni

Riepilogo I disturbi alimentari possono essere causati da diversi fattori. Inoltre, poiché includono la genetica, la biologia cerebrale, i tratti della personalità e ideali culturali.

1.Neexia nervoso

L’anoressia nervosa è probabilmente il famoso disturbo alimentare. Di solito è sviluppato durante l’adolescenza o il giovane e tende a colpire le donne più degli uomini. Le persone con anoressia sono generalmente considerate sovrappeso, anche se sono pericolosamente al di sotto del loro peso. Controllano costantemente il loro peso, evitano di mangiare determinati tipi di cibo e limitando severamente le loro calorie. I sintomi comuni dell’anoressia nervosa includono (8):

. Ad esempio, molte persone con anoressia tendono ad essere preoccupate con pensieri costanti sul cibo, e alcuni possono raccogliere ricette o cibo bersaglio ossessivamente questi individui possono anche avere difficoltà a mangiare in pubblico E esibendo un forte desiderio di controllare il loro ambiente, limitando la loro capacità di essere l’anoressia spontanea è classificato ufficialmente in due sottotipi: il tipo restrittivo e il tipo di abbuffata e spurga (8). Gli individui con il tipo restrittivo perdono peso solo attraverso diete, digiuno o esercizio eccessivo. Gli individui con tipo compulsivo e purgativo possono compulsivamente mangiare grandi quantità di cibo o mangiare molto poco. In entrambi i casi, dopo aver mangiato, vengono eliminati utilizzando attività come vomito, prendendo lassativi o diuretici o esercitarsi eccessivamente. L’anoressia può essere molto dannosa per il corpo. Con il tempo, le persone che soffrono di esso possono sperimentare il diradamento delle ossa, dell’infertilità, dei capelli e delle unghie fragili e della crescita di uno strato di capelli sottili in tutto il corpo (9). Nei casi gravi, l’anoressia può causare insufficienza cardiaca, cerebrale o più organi e morte.

Abstract Le persone con anoressia nervosa possono limitare l’assunzione di cibo o compensarti attraverso vari comportamenti di spurgo. Hanno un’intensa paura di aumentare il peso, anche quando sono ben al di sotto del loro peso.

2. Bulimia Nervosa

Bulimia Nervosa è un altro disordine alimentare ben noto. Come Anoressia, la Bulimia tende a svilupparsi durante l’adolescenza e i primi anni di età adulta e sembra essere meno comune tra gli uomini che tra le donne. Le persone con la bulimia tendono a mangiare quantità insolitamente grandi di alimenti in un determinato periodo di tempo. «,» Ogni episodio di Binge è in genere continuò fino a quando la persona è piena di un modo doloroso. Durante la Binge, la persona di solito ritiene che non riesca a smettere di mangiare o controllare quanto stia mangiando. Il vivace può verificarsi con qualsiasi tipo di cibo, ma il più comune è che si verificano con gli alimenti che l’individuo normalmente impedirebbe. Gli individui con bulimia cercano quindi di eliminare per compensare le calorie consumate e alleviare il disagio intestinale. I comportamenti di purga comuni comprendono vomito forzato, digiuno, lassativi, diuretici, neemas e esercizio eccessivo. I sintomi possono sembrare molto simili a quelli dei Busters o dei sottotipi di spurgo dell’anoressia nervosa. Tuttavia, gli individui con la bulimia mantengono spesso un peso relativamente normale, invece di cadere a un peso inferiore rispetto al normale. Sintomi comuni di Bulimia Nervosa includono (8):

gli effetti collaterali della Bulimia possono includere un gola infiammata e mal di gola, ghiandole salivari gonfie, smalto dentale indossato, carie, acido reflusso, irritazione degli intestini, grave disidratazione e alterazioni ormonali (9). Nei casi gravi, la Bulimia può anche creare uno squilibrio nei livelli di elettroliti, come sodio, potassio e calcio, che può causare un attacco di ictus o cuore.

Abstract Persone con Bulimia Nervosa mangia grandi quantità di cibo in brevi periodi di tempo e poi purge.Temen Aumentare il peso nonostante sia a un peso normale.

3. Disturbo di Agenger

Si ritiene che il disordine del bachelor sia uno dei disordini alimentari più comuni, specialmente negli Stati Uniti. Tipicamente inizia durante l’adolescenza e l’inizio dell’età adulta, anche se può essere sviluppato in seguito. Gli individui con questo disturbo hanno sintomi simili a quelli del sottotipo di bulimia o anoressia dei busters. Ad esempio, in genere mangiano quantità insolitamente grandi di cibo in periodi di tempo relativamente brevi e sentono una mancanza di controllo durante la Bingeen. Le persone con disturbi bigogici non limitano le calorie o usano i comportamenti di spurgo, come il vomito o l’esercizio eccessivo, per compensare la loro abbuffata. I sintomi comuni del disturbo abbeverato includono (8):

persone con mangiare compulsivo il disordine ha spesso sovrappeso o obesità. Ciò può aumentare il rischio di complicanze mediche legate al peso in eccesso, come malattie cardiache, ictus e diabete tipo

Le persone che soffrono di disturbi binge compulsive consumano grandi quantità di alim Intensità su un modo regolare e incontrollabile in brevi periodi di tempo.

4. PICA

PICA è un altro disturbo alimentare composto da cose da mangiare che non sono considerate cibo. Gli individui con punte con picchi hanno l’allevamento di sostanze non alimentari, come ghiaccio, terra, gesso, sapone, carta, capelli, tessuto, lana, ciottoli, detersivo per lavanderia o amido di mais (8). Pica può verificarsi negli adulti, così come nei bambini e nei bambini e negli adolescenti. «,» Disse che, questo disturbo è stato osservato più frequentemente nei bambini, nelle donne incinte e negli individui con disabilità mentali. Gli individui con itch possono avere un aumento del rischio di avvelenamento, infezioni, ferite intestinali e carenze nutrizionali. Tuttavia, per essere considerato prurito, il consumo di sostanze non alimentari non dovrebbe essere una parte normale della cultura o della religione di qualcuno.

Sommario PICA Individui tendono ad avere voglie e mangiare sostanze non alimentari. Questo disturbo può particolarmente influenzare i bambini, le donne incinte e gli individui con disabilità mentali.

5.Retrasto Rumma

Rumma Disorder è un altro disturbo alimentare recentemente riconosciuto. Descrive una condizione in cui una persona rigurgibile gli alimenti che si sono masticati e in precedenza inghiottiti, le mastica di nuovo e poi ingoiarli o li sputa. Questa rumia si verifica tipicamente entro i primi 30 minuti dopo un pasto. A differenza delle condizioni mediche come il reflusso, è volontario (14). Questo disturbo può svilupparsi durante l’infanzia, l’infanzia o l’età adulta. I bambini tendono a svilupparsi tra 3 e 12 mesi di età e spesso scompareno da soli. I bambini e gli adulti che subiscono questa condizione richiedono generalmente una terapia per risolverlo. Se non è risolto nei bambini, il disturbo della ruminazione può comportare una perdita di peso e una grave malnutrizione che può essere fatale. Gli adulti che soffrono di questo disturbo possono limitare la quantità di cibo che consumano, specialmente in pubblico, che possono portarli a perdere peso e avere un peso inferiore al normale.

Riepilogo Il disturbo da ruminazione può influenzare le persone in tutte le fasi della vita. Le persone con questo disturbo generalmente rigurgivano gli alimenti che li hanno recentemente ingeriti e poi le masticano di nuovo e li ingoiano o li sputavano.

6. Assunzione alimentare di

evitabile / restrittivo Disturbo di aspirazione alimentare / restrittivo (Arfid) è un nuovo nome per un vecchio disturbo. Il termine sostituisce ciò che è stato noto come «disturbo per l’infanzia e la prima infanzia», ??una diagnosi precedentemente riservata ai bambini sotto i 7 anni di età. Sebbene l’Arfid sia solitamente sviluppato durante l’infanzia o la prima infanzia, può persistere fino all’età adulta e, in aggiunta, è altrettanto comune tra uomini e donne. «,» Le persone che soffrono di questo disturbo sperimentano i disturbi del cibo, sia per mancanza di interesse per mangiare o per dispiacere da alcuni odori, sapori, colori, texture o temperature. I sintomi comuni dell’ARFID includono (8):

  • evitare o limitare l’assunzione di cibo che impedisce alla persona di mangiare abbastanza calorie o nutrienti
  • le abitudini alimentari interferiscono con le normali funzioni sociali, come mangiare con altre perdite di peso
  • Scarso sviluppo per età e altezza
  • carenze nutritive o supplemento dipendenza o alimentazione di processo

È importante notare che l’Arfid va oltre i normali comportamenti, come mangiare selettivamente nei bambini piccoli o ridurre l’assunzione di cibo negli anziani. Inoltre, non include evitamento o restrizione alimentare a causa della mancanza di disponibilità o pratiche religiose o culturali.

Summary: L’Arfid è un disturbo da alimentazione che rende le persone mangiano meno che dovute, sia dovute alla mancanza di interesse per il cibo o un intenso dispiacere per l’aspetto, l’odore o il sapore di alcuni alimenti.

Altri disturbi dell’alimentazione

Oltre ai sei disturbi del mangime menzionati sopra, ci sono anche meno conosciuti o meno comuni, che generalmente rientrano in una delle tre categorie (8):

  • Disordine di eliminazione. Individui con spurgo Disordine spesso usano i comportamenti di spurgo, come vomito, lassativi, diuretici o esercizio eccessivo, per controllare il loro peso o forma, ma non essere soffocato.
  • Sindrome da alimentazione notturna. Gli individui con questa sindrome spesso mangiano eccessivamente, spesso dopo aver svegliato il sonno.
  • Un altro disturbo di alimentazione o del cibo specificato (OSFED). Non è stato trovato in DSM-5, questo include qualsiasi altra condizione che presenta sintomi simili a quelle di un disturbo di alimentazione ma non di pizzo in nessuna delle categorie precedenti.

Un disturbo che può attualmente essere incluso nell’OSFED è l’Ortorexia. Sebbene sia sempre più menzionato nei media e negli studi scientifici, Ortorexia non è stata ancora riconosciuta come un disturbo di alimentazione indipendente per DSM corrente. Gli individui con Ortorexia tendono ad avere un approccio ossessivo nel mangiare sano, fino al punto che interrompe la loro vita quotidiana. Ad esempio, la persona interessata può eliminare gruppi di cibi interi, temendo che non siano sani. Questo può portare alla malnutrizione, a una grave perdita di peso, alla difficoltà di mangiare lontano da casa ed emotiva angoscia. Gli individui con Ortorexia si concentrano raramente sulla perdita di peso. In cambio, la sua autostima, identità o soddisfazione dipendono da come rispettano le regole dietetiche che si sono imputate (15).

Riepilogo La sindrome del disturbo di eliminazione e della sindrome notturno sono due disordini alimentari aggiuntivi che non sono attualmente descritti. La categoria di OSFED include tutti i disturbi alimentari, come Ortorexia, che non si inseriscono in un’altra categoria.

Il risultato finale

Le categorie di cui sopra mirano a fornire una migliore comprensione dei disturbi alimentari più comuni e dissipare i miti su di loro. I disturbi alimentari sono condizioni di salute mentale che generalmente richiedono un trattamento. Possono anche essere dannosi per il corpo se lasciato non trattato. Se soffri di un disturbo alimentare o conosci qualcuno che potrebbe soffrire, cercare l’aiuto di un professionista della salute specializzata nei disturbi alimentari.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.