I semi di girasole sono popolari nel mix di noci, multigrans e barre nutrienti, oltre a rinfreschi direttamente dalla borsa. Sono ricchi di grassi sani, composti vegetali benefici e varie vitamine e minerali. Questi nutrienti possono svolgere un ruolo nella riduzione del rischio di problemi di salute comuni, comprese le malattie cardiache e il tipo 2. Diabete. Qui hai tutto il necessario per sapere sui semi di girasole, compresa la tua nutrizione, benefici e come mangiarli.

Quali sono i semi di girasole?

I semi di girasole sono tecnicamente i frutti della pianta di girasole ( Helianthus Annuus ). I semi vengono raccolti dalle grandi teste floreali della pianta, che possono misurare più di 12 pollici (30.). Una singola testa di girasole può contenere fino a 2.000 semi. Ci sono due tipi principali di culture di girasole: uno è cresciuto per i semi che vengono consumati, mentre l’altro – che è la maggioranza coltivata – è coltivata per il petrolio. I semi di girasole consumati sono avvolti in una buccia a righe in bianco e nero, anche chiamato Shell. I semi di girasole hanno un sapore morbido e noce e una consistenza solida ma tenera. Vengono spesso toccati per migliorare il sapore, anche se possono anche essere acquistati crudi.

Summary I semi di girasole provengono dalle grandi teste floreali della pianta di girasole. La varietà commestibile ha un sapore morbido e noce.

Valore nutrizionale

I girasoli contengono molti nutrienti in un piccolo seme. I nutrienti principali in 1 oncia (30 grammi o 1/4 tazza) di semi di girasole senza guscio e pane tostato secco sono (3): i semi di girasole sono particolarmente ricchi di vitamina E e selenio. Questo funziona come antiossidanti per proteggere le cellule del corpo Contro il danno dei radicali liberi, che svolge un ruolo in diverse malattie croniche. Inoltre, i semi di girasole sono una buona fonte di composti vegetali benefici, compresi acidi fenolici e flavonoidi – che lavorano anche come antiossidanti. Quando i semi di girasole sono germogliati, i loro composti vegetali aumentano.

Sommario I semi di girasole sono eccellenti fonti di vari nutrienti – compresa la vitamina E e il selenio – e composti vegetali benefici che possono aiutare a prevenire le malattie croniche.

Vantaggi per la salute

I semi di girasole possono aiutare a ridurre la pressione sanguigna, il colesterolo e lo zucchero nel sangue, poiché contengono vitamina E, magnesio, proteine, acidi grassi linoliici e vari composti vegetali. Inoltre, gli studi riguardano semi di girasole con altri vantaggi sulla salute multipli. Infiammazione Mentre l’infiammazione a breve termine è una risposta immunologica naturale, l’infiammazione cronica è un fattore di rischio per molte malattie croniche. Ad esempio, l’aumento dei livelli del sangue del marcatore infiammatorio della C-reattivo è correlato a un rischio più elevato di malattie cardiache e di tipo 2. Diabete in uno studio in oltre 6.000 adulti, coloro che hanno riferito di mangiare semi di girasole e altri semi di almeno cinque I tempi a settimana avevano la proteina inferiore del 32% di livello 32 rispetto alle persone che non mangiavano semi. Sebbene questo tipo di studio non possa dimostrare la causa ed effetto, è noto che la vitamina E – che è abbondante nei semi di girasole – aiuta a ridurre i livelli reattivi della proteina C. I flavonoidi e altri composti vegetali nei semi di girasole aiutano anche a ridurre l’infiammazione.

Malattia cardiaca

L’ipertensione del sangue è un importante fattore di rischio per le malattie cardiache, che può portare a un attacco di cuore o da un colpo. Un composto nei semi di girasole blocca un enzima che causa la contrazione dei vasi sanguigni. Il magnesio dei semi di girasole aiuta anche a ridurre i livelli di pressione sanguigna. Inoltre, i semi di girasole sono ricchi di acidi grassi insaturi, specialmente in acido linoleico. Utilizza acido linoleico per produrre un composto simile a un ormone rilassante per i vasi sanguigni, promuovendo la pressione sanguigna inferiore. In uno studio di 3 settimane, le donne con diabete di tipo 2 che hanno mangiato 1 oncia (30 grammi) di semi di girasole quotidianamente come parte di una dieta equilibrata ha sperimentato un calo del 5% nella pressione sanguigna sistolica (il numero superiore di una lettura). I partecipanti hanno anche notato un calo del 9% e il 12% nel colesterolo LDL e rispettivamente i trigliceridi «cattivi». Inoltre, in una revisione di 13 studi, le persone con la maggiore assunzione di acido linoleico avevano il 15% in meno di rischio di eventi cardiaci della malattia, come un infarto, e al 21% meno il rischio di morire di malattia cardiaca, rispetto a quelli con la minima ingestione.

Diabetes

Gli effetti dei semi di girasole sullo zucchero nel sangue e il diabete di tipo 2 sono stati testati in alcuni studi e sembrano promettenti, ma è necessaria più ricerca. Gli studi suggeriscono che le persone che consumano 1 oncia (30 grammi) di semi di girasole quotidianamente come parte di una dieta sana possono ridurre la glicemia sanguinosa di circa il 10% entro sei mesi, rispetto a una dieta sana solo. L’effetto riducente dello zucchero nel sangue dai semi di girasole può essere parzialmente dovuto al composto di acido clorogenico vegetale. Gli studi suggeriscono inoltre che l’aggiunta di semi di girasole come pane può aiutare a ridurre l’effetto dei carboidrati nel loro zucchero nel sangue. Il grasso di proteine ??e semi diminuisce la velocità di svuotamento dello stomaco, consentendo di più la versione di carboidrati graduale di rilascio.

Semi di girasole

contengono nutrienti e composti vegetali che aiutano a ridurre il rischio di infiammazione, malattia cardiaca e tipo 2.

possibili svantaggi

Sebbene i semi di girasole siano sani, hanno diversi potenziali svantaggi.

Calorie e sodio

Sebbene siano ricchi di sostanze nutritive, i semi di girasole sono relativamente elevati nelle calorie. Mangiare i semi con Shell è un modo semplice per ridurre il ritmo di alimentazione e l’apporto calorico mentre mangia un panino, poiché ci vuole tempo per aprire e sputare ogni guscio. Tuttavia, se stai monitorando l’assunzione di sale, tieni presente che le conchiglie – che le persone comunemente succhiano prima dell’apertura – sono spesso coperte da oltre 2.500 mg di sodio – 108% del RDI – da 1/4 di tazza (30 grammi). Il contenuto di sodio potrebbe non essere evidente se l’etichetta fornisce solo informazioni nutrizionali per la porzione commestibile – grani all’interno delle shell. Alcune marche vendono versioni ridotte di sodio.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.