Diete a basso contenuto di carboidrati funzionano. Questo è un fatto scientifico in questo momento. Almeno 23 studi di alta qualità negli esseri umani hanno dimostrato che questo è vero. In molti casi, una dieta bassa carboidrati causa 2-3 volte più perdita di peso rispetto alla dieta a basso contenuto di grassi che è ancora raccontata di seguire. Le diete a basso contenuto di carboidrati sembrano anche avere un profilo di sicurezza eccezionale. I gravi effetti collaterali non sono stati segnalati. In effetti, gli studi dimostrano che queste diete causano importanti miglioramenti in molti fattori di rischio (3). I trigliceridi cadono molto e l’HDL si arrampica molto. La pressione sanguigna e i livelli di zucchero nel sangue tendono inoltre a diminuire significativamente un’alta percentuale di grasso perso in una dieta a basso contenuto di carboidrati derivante dalla zona del pancia e del fegato. Questo è il grasso viscerale pericoloso che si accumula dentro e intorno agli organi, promuovendo l’infiammazione e la malattia. Queste diete sono particolarmente efficaci per le persone con sindrome metabolica e / o diabete di tipo 2. Le prove sono schiaccianti. Tuttavia, ci sono molte controversie sul perché queste diete funzionano. Alla gente piace discutere del meccanismo, le cose che stanno davvero accadendo nei nostri organi e cellule che rendono il peso scendere. Sfortunatamente, questo non è affatto noto, ed è probabile che sia multifattoriale, poiché ci sono molti motivi diversi per cui queste diete sono così efficaci. In questo articolo, esaminisco alcune delle spiegazioni più convincenti dell’efficacia delle diete basse carboidrati.

La restrizione dei carboidrati riduce i livelli di insulina

L’insulina è un ormone molto importante nel corpo. È l’ormone principale che regola i livelli di zucchero nel sangue e lo stoccaggio dell’energia. Una delle funzioni dell’insulina è quella di indicare alle cellule di grasso che producono e conservare il grasso e che si aggrappavano al grasso che hanno già. Dice anche altre cellule dal corpo che raccoglie il glucosio (zucchero nel sangue) dal flusso sanguigno, e che lo brucia invece di grasso. Quindi l’insulina stimola la lipogenesi (produzione del grasso) e inibisce la lipolisi (bruciore del grasso). In realtà è ben stabilito che le diete basse dei carboidrati portano a riduzioni drastiche e quasi immediate di livelli di insulina. Ecco un grafico di uno studio su diete a basso contenuto di carboidrati (14). Fontana della foto: secondo molti esperti in diete basse carboidrati, tra cui Gary Taubes e il tardo Dr. Atkins, bassi livelli di insulina sono la ragione principale per l’efficienza delle diete basse di carboidrati. Si hanno affermato che, quando i carboidrati e i livelli di insulina sono limitati, il grasso non è più «contenuto» nelle cellule di grasso e diventa accessibile in modo che il corpo lo usi come energia, portando a un bisogno inferiore per mangiare. Tuttavia, vorrei sottolineare che molti ricercatori rispettati non credono che questo sia vero e non creda che l’ipotesi dell’obesità dei carboidrati e dell’insulina sia supportata dalle prove.

Conclusione: i livelli ormonali L’insulina nel sangue si riduce molto quando il consumo di carboidrati è ridotto. Alti livelli di insulina contribuiscono alla conservazione del grasso e ai bassi livelli di insulina facilitano la combustione dei grassi.

Gocce di peso dell’acqua rapidamente al primo

Nelle prime 1-2 settimane di mangiare pochi carboidrati, le persone tendono a perdere peso molto rapidamente. La ragione principale per questa è la riduzione del peso dell’acqua. Il meccanismo dietro questo è il doppio: questo non accade quasi alla stessa misura in una dieta con più carboidrati, anche se le calorie sono significativamente ridotte. Sebbene alcune persone lo usino come argomento contro diete basse carboidrati, la riduzione del peso del peso dovrebbe essere considerata un vantaggio. Cioè, chi vuole portare un eccesso di gonfiore e peso in acqua tutto il tempo? In ogni caso, nonostante gli affermazioni nella direzione opposta, questo è lontano dall’essere il principale vantaggio della perdita di peso delle diete basse di carboidrati. Gli studi mostrano chiaramente che le diete basse carboidrati portano anche a una maggiore perdita di grasso, in particolare il grasso addominale «pericoloso» trovato nella cavità addominale. Pertanto, Parte del vantaggio di perdita di peso delle diete basse di carboidrati è spiegata da riduzioni del peso dell’acqua, ma è ancora ancora un vantaggio importante della perdita di grasso.

Conclusione: Quando le persone fanno diete basse carboidrati, perdono quantità significative di acqua in eccesso dai loro corpi, che spiega la perdita di peso rapida che viene osservata nella prima o nella seconda settimana.

Diete a basso contenuto di carboidrati sono elevate nella proteina

nella maggior parte degli studi in cui vengono confrontate le diete a basso contenuto di carboidrati e le diete a basso contenuto di grassi, i gruppi a basso contenuto di carboidrati finiscono per mangiare molte più proteine. Questo perché le persone sostituiscono molti alimenti a basso contenuto di proteine ??(cereali, zuccheri) da alimenti più alti in proteine ??come carne, pesce e uova. Numerosi studi dimostrano che le proteine ??possono ridurre l’appetito, stimolare il metabolismo e aiutare ad aumentare la massa muscolare, che è metabolicicamente attiva e bruciando calorie 24 ore al giorno. Molti esperti nutrizionali ritengono che l’alto contenuto proteico delle diete basse di carboidrati sia la ragione principale della sua efficacia.

Conclusione: le diete a basso contenuto di carboidrati tendono ad essere molto più elevate in proteine ??rispetto alle diete a basso contenuto di grassi. Le proteine ??possono ridurre l’appetito, stimolare il metabolismo e aiutare le persone a mantenere la massa muscolare nonostante la limitazione delle calorie.

Diete a basso contenuto di carboidrati hanno un vantaggio metabolico

Sebbene questo sia controverso, molti esperti ritengono che le diete basse carboidrati abbiano un vantaggio metabolico. In altre parole, le diete basse di carboidrati aumentano la spesa energetica e che le persone perdono più peso di quanto possa essere spiegato solo dalla riduzione dell’assunzione di calorie. In realtà ci sono alcuni studi che lo supportano. Uno studio condotto nel 2012 ha riscontrato che una dieta molto bassa dei carboidrati ha aumentato le spese energetiche rispetto a una dieta a basso contenuto di grassi, durante un periodo di manutenzione del peso. L’aumento era di circa 250 calorie, che equivale a un’ora di esercizio moderato intensità al giorno! Tuttavia, un altro studio ha suggerito che può essere parte della dieta con alto contenuto proteico (ma non con contenuti a basso contenuto di carboidrati) che causa l’aumento delle calorie bruciate. Detto questo, ci sono altri meccanismi che possono causare un ulteriore vantaggio metabolico. In una dieta ketogenica molto bassa in carboidrati, quando l’assunzione di carboidrati è mantenuta estremamente bassa, un sacco di proteine ??viene trasformata in glucosio all’inizio, un processo chiamato gluconeogenesi. Questo è un processo inefficiente e può portare a «rifiuti» centinaia di calorie. Tuttavia, questo è per lo più temporaneo poiché i chetoni dovrebbero iniziare a sostituire un po ‘di glucosio come combustibile cerebrale in pochi giorni.

Conclusione: le diete basse di carboidrati sembrano avere un vantaggio metabolico, ma la maggior parte è causata dall’assunzione di assunzione di proteine. All’inizio di una dieta molto bassa in carboidrati e chetogeni, alcune calorie sono sprecate quando si verifica il glucosio.

Diete basse carboidrati sono meno varie e inferiori in «ricompensa cibo»

Diete a basso contenuto di carboidrati escludono automaticamente alcuni dei pasti rottami che più ingrassati nel mondo. «,» Comprende zucchero, bevande zuccherine, succhi di frutta, pizze, Pane bianco, patatine fritte, torte e snack più malsani. C’è anche un’ovvia riduzione della varietà quando i cibi più elevati di carboidrati vengono eliminati, soprattutto dato che il grano, il mais e lo zucchero sono quasi tutti i cibi trasformati. È noto che l’aumento della varietà di cibo può promuovere l’aumento dell’assunzione di calorie. Molti di questi alimenti sono anche molto gratificanti, e il valore della ricompensa del cibo può influenzare la quantità di calorie che finiamo di mangiare. Pertanto, la riduzione della varietà di alimenti e la riduzione del consumo di cibo spazzatura altamente gratificante dovrebbe contribuire a una riduzione dell’assunzione di calorie.

Conclusione: le diete a basso contenuto di carboidrati escludono molti alimenti che sono molto gratificanti ed estremamente ingrassanti. Queste diete hanno anche meno varietà di cibo, che può portare a una riduzione dell’assunzione di calorie.

Diete a basso contenuto di carboidrati riducono significativamente il tuo appetito, il che conduce alla riduzione automatica dell’apporto calorico

probabilmente la più grande spiegazione degli effetti di perdita di peso delle diete basse carboidrati, sono i tuoi potenti effetti sull’appetito. È ben stabilito che quando le persone consumano pochi carboidrati, il loro appetito diminuisce e inizia a mangiare meno calorie automaticamente. In effetti, gli studi che confrontano le diete basse dei carboidrati e le diete a basso contenuto di grassi limitano le calorie in gruppi a basso contenuto di grassi, mentre i gruppi a basso contenuto di carboidrati sono autorizzati a mangiare fino a completo (28). Nonostante ciò, i gruppi a basso contenuto di carboidrati ancora di solito perdono più peso. Ci sono molte possibili spiegazioni per questo effetto riducente dell’appetito, alcuni dei quali abbiamo già coperto. L’aumento dell’assunzione di proteine ??è un fattore importante, ma c’è anche la prova che la chetosi può avere un effetto potente (29). Molte persone che seguono una dieta ketogenica sentono che hanno solo bisogno di mangiare 1 o 2 pasti al giorno, semplicemente non si sentono affamati più spesso. Ci sono anche alcune prove che le diete a basso contenuto di carboidrati possono avere effetti benefici su ormoni regolamentari dell’appetito come la leptina e il greel.

In sintesi: le diete a basso contenuto di carboidrati portano a una riduzione automatica dell’assunzione di calorie, in modo che le persone consumino meno calorie senza dover pensarci.

Gli effetti a lungo termine sulla perdita di peso non sono molto impressionanti

, anche se le diete a basso contenuto di carboidrati sono molto risultati efficaci a breve termine, i risultati a lungo termine non sono così grandi. La maggior parte degli studi che dura da 1 a 2 anni mostrano che la differenza tra gruppi di carboidrati bassi e gruppi a basso contenuto di grassi scompare per lo più. Ci sono molte possibili spiegazioni per questo, ma il più plausibile è che le persone tendono a lasciare la dieta nel tempo e iniziare ad aumentare di peso. Questo non è specifico per le diete basse carboidrati ed è un problema ben noto negli studi di perdita di peso più a lungo termine. Alcune persone si rifiutano di accettare che le diete basse di carboidrati possono funzionare e che le persone possano mangiare tutto ciò che desideri, perché ciò dovrebbe violare l’input e il modello di output di calorie. Tuttavia, quando i meccanismi dietro le diete basse carboidrati sono comprese, si può vedere che il modello CICO non viene violato e le leggi della termodinamica sono ancora mantenute. La verità è che le diete a basso contenuto di carboidrati funzionano su entrambi i lati dell’equazione calorica, da allora Stimolano il metabolismo (aumentando le calorie che escono) e diminuiscono l’appetito (riducendo le calorie che entrano), il che porta a una restrizione automatica calorica. Le calorie continuano a contare, sono solo le diete basse carboidrati automatizzano il processo e aiutano a prevenire il più grande effetto collaterale della restrizione cosciente calorica, che è la fame.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.