L’olio di pesce è un integratore da banco popolare estratto da pesci grassi come sardine, acciughe, sgombri e salmone. L’olio di pesce contiene principalmente due tipi di acidi grassi acidi di acido omega-3-eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesoico (DHA), che sono ben noti per i suoi benefici per la salute e la salute della pelle. Tuttavia, l’olio di pesce ha anche un incredibile impatto sul cervello, soprattutto quando si tratta di perdita di mite memoria e depressione. Questo articolo rivede la ricerca su come gli acidi grassi omega-3 dell’olio di pesce possono influenzare il tuo cervello e la salute mentale.

Quali sono gli acidi grassi omega-3 dell’olio di pesce?

Gli acidi grassi omega-3 sono grassi polinsaturi responsabili della maggior parte dei benefici dell’olio di pesce per il cervello e la salute mentale. L’olio di pesce contiene principalmente due tipi di acidi grassi omega-3-EPA e DHA. Questi due acidi grassi sono componenti delle membrane cellulari e hanno potenti funzioni anti-infiammatorie all’interno del corpo. Sono anche ben noti per il loro ruolo fondamentale nello sviluppo umano e nella salute del cuore. Nella dieta umana, l’EPA e il DHA sono quasi esclusivamente nel pesce grasso e sull’olio di pesce. Pertanto, la maggior parte delle persone non consuma la quantità raccomandata di pesce, è probabile che molte persone non abbiano abbastanza EPA e DHA nel tuo diete Il corpo può produrre EPA e DHA da un altro omega-3 chiamato acido alfa-linolenico (ALA). L’ala si trova in diverse fonti alimentari, come noci, semi di lino, semi di chiamante, olio di canola, semi di soia e olio di soia, tuttavia, umano Gli esseri non possono convertire l’ala in EPA e DHA in modo molto efficiente, e si stima che meno del 10% della quantità di ala che viene consumata diventa EPA o DHA. Pertanto, prendere olio di pesce può essere una buona opzione, specialmente per coloro che non consumano un sacco di pesce, ma cercano ancora di ottenere alcuni dei benefici per la salute degli acidi grassi omega-3.

Summary: EPA e DHA sono i due acidi grassi OMEGA-3 primari trovati in olio di pesce. Poiché le persone spesso non raggiungono il consumo di pesce consigliato, gli integratori di pesci possono essere un’alternativa conveniente per fornire i benefici per la salute di OMEGA-3.

In che modo l’Omega-3 influisce sul cervello?

Omega-3 EPA e DHA grassi acidi sono fondamentali per la normale funzione e lo sviluppo del cervello in tutte le fasi della vita. L’EPA e il DHA sembrano avere un ruolo importante nello sviluppo del cervello del bambino. Infatti, diversi studi hanno correlato l’assunzione di pesce o l’uso di olio di pesce dalle donne incinte con punteggi più elevati per i loro figli in test di intelligence e funzione cerebrale nella prima infanzia. Questi acidi grassi sono anche vitale per il mantenimento della normale funzione cerebrale per tutta la vita. Sono abbondanti nelle membrane cellulari delle cellule cerebrali, preservando la salute delle membrane cellulari e facilitando la comunicazione tra le cellule cerebrali. Quando gli animali sono alimentati da diete senza acidi grassi omega-3, la quantità di DHA nel suo cervello diminuisce e tende a sperimentare i deficit nell’apprendimento e nella memoria. Negli anziani, i livelli più bassi del DHA nel sangue sono stati associati a una dimensione inferiore del cervello, un segno di invecchiamento cerebrale accelerato. Chiaramente, è importante assicurarsi di ottenere abbastanza acidi grassi omega-3 per evitare alcuni di questi effetti dannosi sul ruolo e lo sviluppo del cervello

Summary: L’OMEGA-3 è vitale per la funzione e lo sviluppo normale del normale Cervello. I bassi livelli di Omega-3 possono accelerare l’invecchiamento cerebrale e contribuire a deficit nella funzione cerebrale.

L’olio di pesce può beneficiare di una leggera perdita di memoria

Gli acidi grassi Omega-3 trovati nell’olio di pesce svolgono un ruolo importante nella funzione e nello sviluppo del cervello. «,» Afferma che il pesce petrolifero può migliorare la funzione del cervello nelle persone con problemi di memoria, tale come quelli che soffrono della malattia di Alzheimer o di altri disturbi cognitivi. La malattia di Alzheimer è il tipo più comune di demenza e impatta la funzione cerebrale e la qualità della vita in milioni di anziani. Trovare un supplemento che può migliorare la funzione cerebrale in questa popolazione sarebbe una scoperta importante che cambierebbe la vita. Sfortunatamente, una revisione dell’indagine non ha trovato prove convincenti che gli integratori di omega-3 come olio di pesce migliorano la funzione del cervello nelle persone con la malattia di Alzheimer. D’altra parte, diversi studi hanno suggerito che il consumo di integratori del pesci petrolio potrebbe migliorare la funzione cerebrale nelle persone con tipi più miti di malattie cerebrali come la riduzione del cerebrale (DCL) o il calo cognitivo relativo all’età, questi tipi di malattie non sono così gravi Come la malattia di Alzheimer, ma causa ancora la perdita di memoria e talvolta altri tipi di deterioramento della funzione cerebrale. Uno studio ha dato a 485 adulti più anziani con declinazione cognitiva legata all’età di 900 mg di DHA o di un placebo ogni giorno. Dopo 24 settimane, coloro che hanno assunto DHA si sono comportati meglio nei test di memoria e di apprendimento. Allo stesso modo, un altro studio ha studiato gli effetti dell’assunzione di 1,8 grammi di omega-3 di integratori di olio di pesce quotidiano per 24 settimane. I ricercatori hanno trovato miglioramenti nella funzione cerebrale nelle persone con MCI, ma nessun beneficio per coloro che con la malattia di Alzheimer Sulla base di questa indagine, sembra che gli integratori del petrolio possano essere più vantaggiosi quando le persone iniziano a portarli alle prime fasi delle funzioni cerebrali.

Summary: Studi mostrano che l’olio di pesce non migliora le funzioni cerebrali nelle persone con la malattia di Alzheimer. Tuttavia, la ricerca suggerisce che le persone con DCL o un leggero calo delle funzioni cerebrali possono ricevere la maggior parte dei benefici di prendere olio di pesce.

L’olio di pesce può migliorare la depressione

trovare trattamenti per la depressione e altri disturbi della salute mentale rimane una priorità della salute pubblica, ed è probabile che aumenti il ??desiderio di interventi non medicinali per migliorare i sintomi. Le persone hanno pensato per molto tempo quell’olio di pesce è legato ai miglioramenti della salute mentale, ma la ricerca sostiene davvero questa affermazione? Una recente revisione degli studi clinici ha concluso che l’assunzione di integratori ad olio di pesce ha migliorato i sintomi depressivi nelle persone con depressione, con effetti paragonabili a quelli dei farmaci antidepressivi. Tuttavia, i maggiori miglioramenti dei sintomi depressivi sembrano verificarsi nelle persone che stavano anche prendendo antidepressivi. Inoltre, le persone tendevano a vedere effetti maggiori quando il supplemento di pesci pesci conteneva dosi EPA più elevate. Non è ancora chiaro come EPA e Omega-3 migliorano i sintomi depressivi. I ricercatori hanno suggerito che potrebbe essere correlato ai loro effetti sui recettori serotonina e serotonina nel cervello. Altri hanno proposto che l’Omega-3 dell’olio di pesce potrebbe migliorare i sintomi depressivi attraverso gli effetti antinfiammatori. Le prove aggiuntive suggeriscono che il petrolio potrebbe migliorare altre condizioni di salute mentale come il disturbo limite della personalità e il disturbo bipolare. Tuttavia, è necessaria una ricerca più alta di qualità prima che la comunità medica possa fare raccomandazioni definitive.

Summary: Integratori olio di pesce, in particolare quelli che contengono quantità superiori di EPA, possono migliorare i sintomi depressivi nelle persone con depressione. Sembrano avere i più grandi effetti su coloro che stanno già prendendo farmaci antidepressivi.

L’olio di pesce non migliora la funzione cerebrale in sano

Questo articolo ha discusso gli effetti dell’olio di pesce nella malattia di Alzheimer e in minori diminuzioni della funzione cerebrale, ma molti si stanno chiedendo dei loro effetti sulle persone con una normale funzione cerebrale. Studi osservazionali Rapporto che mangiando più acidi grassi omega-3 dal pesce è significativamente correlato con una migliore funzione cerebrale. «Tuttavia, questi studi hanno valutato il consumo di pesci, non integratori di pesci. Inoltre, gli studi correlazionali come questi non possono dimostrare la causa ed effetto. La maggior parte degli studi controllati di alta qualità concordano sul fatto che la complementazione dell’OMEGA-3 dell’olio di pesce non sembra migliorare la funzione cerebrale in individui sani senza problemi di memoria esistenti. In uno studio di 159 giovani adulti, l’assunzione di integratori contenenti 1 grammo di olio di pesce al giorno non ha migliorato la funzione del cervello, rispetto a un placebo. Allo stesso modo, più studi negli adulti senior hanno dimostrato che l’assunzione di integratori di olio di pesce non ha migliorato le misurazioni della funzione cerebrale nelle persone senza problemi di memoria.

Summary: Studi clinici hanno dimostrato che le persone sane con una normale funzione cerebrale non hanno visto miglioramenti nella funzione cerebrale dopo aver preso integratori ad olio di pesce.

Dovresti prendere olio di pesce per il tuo cervello?

Sulla base della migliore ricerca disponibile, potresti prendere in considerazione l’assunzione di olio di pesce se hai sperimentato un leggero calo della funzione cerebrale o se ti è stata diagnosticata la depressione. Potrebbero esserci altre ragioni sanitarie per prendere integratori di pesci pesci, ma questi due gruppi di persone probabilmente vedranno i maggiori benefici per quanto riguarda il cervello e la salute mentale. Non ci sono raccomandazioni ufficiali riguardanti la quantità di Omega-3 di olio di pesce che è necessario prendere per vedere i benefici nella funzione cerebrale e sulla salute mentale. Il cibo e la droga degli Stati Uniti hanno stabilito un limite superiore sicuro per l’assunzione di integratori di acidi grassi omega-3 a 3.000 mg al giorno. Prendi 1.000-2000 mg di acidi grassi omega-3 di olio di pesce è probabilmente un buon punto di partenza che è ben al di sotto del limite superiore consigliato. Le persone con depressione dovrebbero scegliere integratori di olio di pesce con quantità superiori di EPA. È molto importante leggere attentamente le etichette quando vengono valutati gli integratori dell’olio per pesci. Una capsula di 1.000 mg di olio di pesce potrebbe contenere meno di 500 mg di acidi grassi omega-3 reali, ma questo varia da un marchio all’altro. In generale, gli integratori dell’olio di pesce sono considerati assicurazione in dosi inferiori a quelle menzionate in precedenza. Tuttavia, come sempre, dovresti informare il medico prima di iniziare a prendere integratori per l’olio di pesce. A causa dei suoi potenziali effetti sulla coagulazione del sangue, questo è particolarmente importante se attualmente stai prendendo farmaci anticoagulanti o hanno un prossimo intervento chirurgico.

Summary: Le persone con depressione o un leggero calo della funzione cerebrale potrebbero prendere in considerazione l’assunzione di 1.000-2000 mg di olio di pesce omega-3 ogni giorno. Poiché gli integratori dell’olio di pesce possono influenzare la coagulazione del sangue, parlare con il medico prima di iniziare a prenderli.

In sintesi

EPA e DHA sono acidi grassi omega-3 in olio di pesce che sono vitali per la funzione e lo sviluppo normale del cervello. Le persone con depressione o un leggero calo della funzione cerebrale dovrebbero prendere in considerazione l’assunzione di olio di pesce omega-3, in quanto possono vedere i miglioramenti nei loro sintomi e nella funzione cerebrale. Sfortunatamente, la ricerca ha dimostrato che l’olio di pesce non ha alcun effetto sulle persone con una normale funzione cerebrale o quelle con la malattia di Alzheimer. Prendere 1.000-2000 mg di acidi grassi omega-3 di olio di pesce al giorno può essere un buon punto di partenza. La sua dose giornaliera non deve superare i 3.000 mg. Sebbene il petrolio sia tipicamente lodato dai suoi benefici per la salute, ha anche effetti incredibili sulla salute del cervello e della salute mentale che meritano un po ‘di attenzione.

Video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.